Nascondeva una scimmia nelle mutande: arrestato all’aeroporto

L'uomo, insieme ad altri due complici, stava tentando di esportare un raro esempio di primate appartenente alla famiglia Slender loris.

di Simona Vitale 13 Settembre 2012 12:28

Diversi sono stati i modi escogitati per poter esportare all’estero animali appartenenti a specie protette o in via di estinzione. Ma il caso di cui ci giunge notizia dall’India ci lascia davvero senza parole. Un turista straniero è stato fermato all’aeroporto di New Delhi in India con un raro esemplare di una scimmietta, nascosta nelle mutande. Come riportato dall’agenzia di stampa Pti, l’uomo è stato immediatamente arrestato insieme ad altri due complici.

La faccenda è venuta fuori quando gli agenti hanno sottoposto ai normali controlli di routine tre passeggeri diretti a Dubai con un volo della compagnia indiana Jet Airways. Durante la perquisizione corporale, con grande sorpresa, gli agenti si sono accorti della presenza della scimmietta, lunga circa 15 cm, nascosta abilmente nella biancheria intima di uno dei 3 uomini. La scimmietta appartiene alla famiglia “Slender loris”, molto diffusa in Asia ma in via di estinzione e pertanto inserita nella lista delle specie protette dalle leggi internazionali contro il contrabbando della fauna e flora.

Non finisce qua. Il personale dello scalo ha poi, infatti, trovato un’altra scimmia dello stesso tipo in un cestino nei pressi del posto di controllo. L’ipotesi è che i 3 uomini l’abbiano abbandonata dopo essere stati sorpresi dalla polizia. Le autorità aeroportuali hannopoi allertato un team di esperti di contrabbando di fauna selvatica che ha avviato delle indagini al fine di stabilire da dove provenissero le scimmiette.

Tags: india · scimmia
Commenti