Green Hill, oggi tutto il mondo in piazza contro la vivisezione

Domani verranno presentati al Senato gli emendamenti riguardo la sperimentazione animale.

di Alessandro Mannocchi 8 Maggio 2012 12:18

Oggi è la Giornata mondiale contro Green Hill e la Vivisezione. Tanti gli appuntamenti in tutta Italia e in tutto il Mondo per protestare sotto le “sedi” dei vivisettori.

A Roma ci sarà una manifestazione autorizzata dalla questura davanti all’istituto superiore di sanità, il massimo organismo responsabile della vivisezione in Italia, in cui attivisti e semplici cittadini lanceranno da piazza del Pantheon, a poca distanza dal Senato della Repubblica, un chiaro messaggio al Governo Italiano e alla XIV Commissione del Senato: no alla vivisezione. A Napoli alle ore 10 davanti alla Prefettura dove avrà luogo un presidio spontaneo, mentre durante tutto l’arco della giornata i Verdi Ecologisti raccoglieranno firme contro la vivisezione

“Vorremmo fare in modo che l’evento rappresenti la protesta decisa e inequivocabile di migliaia di individui che si oppongono all’industria delle vivisezione. Per questo motivo chiediamo a tutte le associazioni, gruppi o campagne, ma anche partiti, di non portare baniere, striscioni o altro raffiguranti solamente i propri loghi o sigle. Questo perchè non vi sia una semplice partecipazione di “appartenenza” ma una voglia di sentirsi individualmente partecipi nella lotta alla vivisezione. Preferiamo che siano gli animali e il loro triste destino a far parlare di sè”, spiega il Comitato Fermare Green Hill.

E mentre saranno molte le iniziative lungo lo stivale, all’estero gli attivisti manifesteranno davanti alle ambasciate e ai consolati italiani, da New York ad Amsterdam, da Londra a Parigi, passando Varsavia, Brussels, Madrid, Atene, Montevideo, Cape Town, Adelaide, Helsinki, Guadalajara, Santiago Del Cile e tante altre città. E non servono grandi numeri per mobilitarsi: bastano la determinazione, la voglia di fare informazione e combattere lo specismo di cui sono vittime gli animali ogni giorno, in ogni dove.

Oggi, insomma, è davvero un giorno importante: domani, 9 maggio, verranno presentati gli emendamenti all’articolo 14 riguardo la sperimentazione animale e i senatori dovranno pronunciarsi sul futuro della vivisezione, facendo i conti con tutti gli attivisti che in tutto il mondo urleranno il giorno prima il proprio dissenso.

Commenti