Egitto, scoperta tomba intatta di oltre 4000 anni fa

Ennesima scoperta in Egitto: è una tomba perfettamente conservata appartenente al sacerdote, Wahtye

di fabiana 15 Dicembre 2018 21:00

Risale a oltre 4.400 anni la nuova tomba scoperta dagli archeologi egiziani nella necropoli di Saqqara, nei pressi del Cairo: l’Egitto annuncia che si tratta della tomba di un sacerdote, Wahtye.

Eccezionalmente ben conservata, colorata e con diverse sculture al suo interno” come riporta il comunicato ufficiale delle autorità egiziane, con ogni probabilità è appartenuta a un sacerdote di alto rango che appare raffigurato con la madre, la moglie e altri familiari   in grandi statue dipinte e inserite in maestose nicchie. L’edificio di dieci metri per tre, alto circa tre metri contiene 24 sculture, alcune delle quali raffigurano anche faraoni. Le immagini diffuse dai media ufficiali mostrano incisioni e statue che sembrano perfettamente conservate. 

La scoperta di oggi arriva dopo la scoperta di magnifiche scoperte dello stesso sito che ha portato alla luce sarcofagi colorati e una quantità notevole di animali, soprattutto gatti, scarabei e sculture lignee oltre alla scoperta di mummie di gatti in sette tombe, alcune risalenti a oltre 6 mila anni fa. 

La precedente scoperta arrivava dalla necropoli di Saqqara, a sud del Cairo e conferma l’importanza delle figure feline che venivano offerte in dono sembianze feline. Bellissima anche la statua in bronzo dedicata alla dea gatto Bastet. 

La scoperta della  tomba di Wahtye è solo l’ultimo dei tesori costruiti sotto Saqqara, necropoli di Memphis e capitale dell’antico Egitto per oltre due millenni che lo scorso mese ha ance regalato la scoperta di sette tombe nell’area che ospita la celebre piramide “a gradoni” del faraone Djoser, la prima dell’era dei faraoni che risale al 2700 a.C. circa. 

photo credits | instagram

Commenti