Archeologia, scoperta nuova regina egizia 

Scoperta una regina che avrebbe regnato in una diarchia al femminile prima dell’ascesa al trono di Tutankhamon

di fabiana 29 Aprile 2019 8:00

Nuova esaltante scoperta nel mondo dell’archeologia: è stata appena scoperta una regina egizia che fino a questo momento sarebbe rimasta invece sconosciuta.

La regina avrebbe quindi regnato in attesa che il faraone bambino Tutankhamon crescesse e potesse governare: ma la vera scoperta nella teoria avanzata dalla studiosa dell’Università del Québec a Montréal (Uqam) sarebbe quella secondo cui la regina avrebbe dato vita a una inedita diarchia al femminile proprio mentre Tutankhamon era ancora un bambino. 

L’ipotesi della scoperta è stata avanzata in un articolo publbicato dell’ateneo canadese ove si scrive chiaramente che “due donne, e non una, regnarono sull’Egitto nel XIV secolo avanti Cristo”.

La presenza di una regina donna in Egitto non è del tutto nuova dato che gli egittologi, già da circa 50 anni hanno sempre avanzato l’ipotesi che una donna regnasse fra la morte del faraone Akhenaton e l’ascesa al trono di suo figlio, Tutankhamon: ma il problema era che ancora non si sapeva nulla con esattezza dell’identità di questa donna. 

Almeno fino a questo momento visto che Valérie Angenot, storica dell’arte specialista di semeiotica visuale dell’ateneo canadese conferma, sulla base di ricerche di dati epigrafici e iconografici, che Akhenaton, non solo avrebbe sposato la figlia Meritaton per prepararla a succedergli, ma avrebbe anche favorito l’ascesa al potere di un’altra delle sue sei figlie, “Neferneferuaton Tasherit“. In pratica, Meritaton e Neferneferuaton Tasherit avrebbero pertanto regnato insieme, dopo la morte del padre, per circa tre o quattro anni con il nome di Neferneferuaton Ankhkheperure. Sarebbe stato proprio il nome a creare confusione fra gli esperti, ma è anche vero che con l’affascinante ipotesi, il mistero sarebbe stato svelato. 

photo credits |instagram

Commenti