Coronavirus, gli assembramenti in vacanza sono pericolosi secondo Lopalco

Secondo Lopalco è importante continuare ad affidarsi al distanziamento sociale per evitare la diffusione del Coronavirus.

di Maria Barison 2 Luglio 2020 9:54

L’Italia non può dirsi assolutamente uscita dall’emergenza Coronavirus,eppure le immagini che circolano sul web nelle ultime settimane lasciano trasparire un certo rilassamento da parte della popolazione italiana che potrebbe rivelarsi alquanto pericoloso.

Sono principalmente gli assembramenti in vacanza, alquanto frequenti in questi primi giorni d’estate, a creare maggior preoccupazione per l’epidemiologo Lopalco, famoso ormai per i suoi interventi in televisione durante la fase più acuta del Covid-19. Secondo Lopalco questi continui assembramenti in vacanza possono considerarsi alquanto pericolosi, perché potrebbero provocare una nuova diffusione del Coronavirus.

La preoccupazione di Lopalco per gli assembramenti in vacanza

Stando alle sue parole gli italiani hanno abbassato fin troppo la guardia, questo perché hanno iniziato a vedere come i soggetti positivi siano altamente diminuiti, ma ciò non significa assolutamente che non siano presenti tra noi. Il problema è che si sottovaluta il rischio, secondo Lopalco c’è stato un netto allentamento delle misure precauzionali e ciò è alquanto pericoloso. Bisogna continuare ad affidarsi al distanziamento sociale e all’utilizzo delle mascherine, al momento uniche armi che si dispongono per evitare che i contagi da Coronavirus possano aumentare nuovamente. Eppure stiamo assistendo a diversi assembramenti in vacanza, la popolazione italiana si è rilassata, è iniziata a vivere in modo normale, ma senza tenere ben presente come l’emergenza non sia assolutamente sparita. I contagi ci sono quotidianamente ed anche se il numero dei morti risulta essere minore, comunque ci sono famiglie che stanno ancora perdendo i propri cari.

Continuare con il distanziamento sociale per evitare la diffusione del Coronavirus

Per Lopalco non bisogna assolutamente abbassare la guardia, bisogna assolutamente prevenire la circolazione virale e per farlo è necessario continuare a mantenere il protocollo di sicurezza che tutti gli italiani hanno seguito durante il periodo di massima emergenza. Non si chiede insomma di stare chiusi in casa ed evitare di recarsi nei negozi, nei ristoranti, al mare e così via, ma continuare a mantenere un distanziamento sociale, evitando di creare continui assembramenti in vacanza. La situazione sembra essere attualmente ancora sotto controllo, ma con l’arrivo della stagione fredda c’è il rischio che il numero dei contagi possa continuare a salire. Chiaramente finché non sarà trovato un vaccino o una cura efficace, il Coronavirus sarà purtroppo ancora libero di circolare in tutto il mondo.

Commenti