Chiama l’amante con un altro nome: lui la picchia e le distrugge casa

Una donna di 34 anni, durante un incontro d'amore con il suo amante, l'ha chiamato con un nome diverso. Violenta la reazione dell'uomo che, in preda alla rabbia, l'ha colpita con calci e pugni, mandandola all'ospedale, e le ha distrutto parte del mobilio del suo appartamento.

di Simona Vitale 29 Dicembre 2011 16:00

Sbagliare un nome può essere davvero pericoloso. Ne sa qualcosa la protagonista della vicenda accaduta ieri a Parma. Una donna di 34 anni, durante un incontro d’amore con il suo amante, l’ha chiamato con un altro nome e lui, andato su tutte le furie, l’ha aggredita colpendola con calci e pugni, mandandola dunque all’ospedale. La donna è stata medicata al Pronto Soccorso e dimessa con una prognosi di 10 giorni. I due “piccioncini” si erano incontrati per una cenetta romantica, poi la donna, approfittando dell’assenza del compagno, ha invitato l’amante a casa sua. Durante un rapporto sessuale, però, la donna ha chiamato il suo amante con un nome diverso non solo da quello dell’uomo, ma anche del suo compagno di vita. Dunque una gaffe in grande stile per la 34enne.

Violenta è stata la relazione dell’uomo che non solo, come detto, ha malmenato la donna, ma ha anche distrutto, in preda alla furia, parte del mobilio dell’appartamento. A placare la rabbia dell’uomo è stato l’intervento della Polizia. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per possesso di armi improprie, è stato denunciato per maltrattamenti, minacce, percosse e danneggiamento aggravato.

Commenti