Donna blocca l’amante sotto il letto, lui chiama la polizia

Un uomo si è nascosto in casa della sua innamorata per non farsi scoprire dal marito di lei e ha dovuto chiamare il 113 per uscire illeso.

di Daniela Santoni 11 gennaio 2013 23:08

La scena più classica relativa al tradimento. Il marito che torna inaspettatamente prima a casa e trova sua moglie con l’amante. La peculiarità sta nell’epilogo. L’amante ha in questo caso dovuto fare ricorso alla polizia per uscire da questa situazione imbarazzante. Mentre si stava intrattenendo nella camera da letto della sua innamorata a Torpignattara il marito di lei è rientrato improvvisamente a casa. La donna è riuscita a tenere il consorte fuori dalla stanza, mentre il malcapitato si nascondeva sotto il letto. Alla fine per potersene andare incolume è ricorso al più classico degli aiuti: la chiamata alle forze dell’ordine.

L’incontro amoroso – come è scritto nel quotidiano La Repubblica – era stato programmato approfittando dell’assenza del marito della signora quarantenne che sarebbe dovuto tornare all’alba. Ma, quella notte, a causa di un mal di pancia, ha optato per rincasare prima intorno alle 2 di notte. La moglie è riuscita a non farlo entrare in camera per un po’. Ma il problema era far uscire l’amante senza conseguenze. Questi, infatti, temeva che l’altro, vedendolo, perdesse la testa e potesse sparargli.

Così, ha chiamato la polizia che, per “liberarlo”, ha allontanato il vigilantes con la scusa che la sua auto era stata forzata durante un tentativo di furto. Al commissariato la guardia giurata poi è stata messa al corrente del reale motivo di quel trambusto.

66 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti