7 famose città distrutte da calamità naturali

Alcune delle metropoli più grandi e popolose al mondo messe in ginocchio da inondazioni e tempeste.

di Simona Vitale 29 Agosto 2013 18:47

La Natura crea e la Natura distrugge. Ne sanno qualcosa gli abitanti di alcune delle città più famose al mondo devastate, totalmente o parzialmente, da imponenti calamità naturali.

Tali disastri hanno provocato la morte di migliaia di persone e lasciato i sopravvissuti in condizioni disperate.

 San Francisco, Stati Uniti. 

Nel 1906, San Francisco, è stata colpita da un terribile terremoto durato circa un minuto, ma sufficiente a causare gravi danni a gran parte della città. Purtroppo, il sisma è stato seguito da incendi che hanno consumato rapidamente almeno 25.000 edifici. Si ritiene che gli incendi successivi abbiano causato circa il 90% dei danni totali per la città di San Francisco. Dopo tale evento catastrofico, la città è stata lasciata in terribili rovine.

2. Galveston, Texas. 

Uno dei più mortali uragani della storia degli Stati Uniti ha colpito Galveston nel 1900. Sulla scia di questo devastante uragano, è stato stimato che almeno 12.000 persone sono morte mentre migliaia sono rimaste senza casa. Galveston si trova a pochi distanze dalla parte meridionale di Houston, lungo il Golfo del Messico. A causa della sua vicinanza con il golfo, la città è soggetta a mareggiate a causa di uragani.

3. New Orleans. 

L’uragano Katrina ha colpito una parte importante di New Orleans, città degli Stati Uniti che si trova sotto il livello del mare. Nel 2005, i danni causati dalla tempesta e le successive inondazioni hanno sconvolto la città, che ha perso quasi 2.000 vite e ricevuto danni alle proprietà stimati in circa 81 miliardi dollari. Questo disastro naturale  ha lasciato milioni di disoccupati e persone senza casa. La città è ancora in via di recupero.

Commenti