Terremoto in Emilia, nuove scosse

Un nuovo sciame sismico sta interessando in queste ore l'Emilia Romagna, che trema ancora una volta.

di Elena Arrisico 9 ottobre 2012 12:46

La terra torna a tremare in Emilia Romagna, dove diverse scosse di terremoto sono state registrate ed avvertite dalla popolazione durante la notte. Dopo la tragedia dei terremoti avvenuti lo scorso maggio, gli emiliani sono tornati in allerta questa notte, quando uno sciame sismico ha svegliato diversi comuni emiliani.

L’epicentro è stato localizzato a Mirandola, in provincia di Modena, dove la scossa più forte è stata di magnitudo 2.8 della scala Richter ed è stata distintamente avvertita dalla popolazione. Lo sciame sismico ha avuto inizio alle 00:06 con la prima scossa di magnitudo 2.0 della scala Richter, poi nel giro di pochi minuti – tra le 3:36 e le 3:42 – si sono verificate delle scosse più intense: la prima di 2.5 gradi della scala Richter ad una profondità di 7.6 chilometri e la seconda – quella più forte, per l’appunto – di 2.8 gradi della scala Richter, localizzata a soli 6.7 chilometri di profondità.

I comuni interessati, vicini all’epicentro, sono stati San Giacomo Delle Segnate (MN), Cavezzo (MO), Concordia Sulla Secchia (MO), Medolla (MO), Mirandola (MO), San Possidonio (MO), San Prospero (MO) – tutti entro i 10 chilometri – e poi Gonzaga (MN), Moglia (MN), Pegognaga (MN), Pieve Di Coriano (MN), Poggio Rusco (MN), Quingentole (MN), Quistello (MN), San Benedetto Po (MN), San Giovanni Del Dosso (MN), Schivenoglia (MN), Sustinente (MN), Villa Poma (MN), Fabbrico (RE), Rolo (RE), Bastiglia (MO), Bomporto (MO), Camposanto (MO), Carpi (MO), Novi Di Modena (MO), Ravarino (MO), San Felice Sul Panaro (MO) e Soliera (MO), tutti comuni che si trovano tra i 10 ed i 20 chilometri dall’epicentro dello sciame sismico.

Secondo quanto riportato dall’INGV, alle 6:24 di questa mattina è avvenuta una nuova scossa di 2.4 gradi della scala Richter, che ha avuto epicentro in mare, a largo di Ravenna. Secondo le stime della Protezione Civile, i danni causati dal terremoto in Emilia Romagna ammontano ad oltre 13 miliardi di euro, per l’esattezza si parla di 13,2 miliardi di euro.

28 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti