Bar, aumenta anche il caffè al bar in tutta Italia

A Torino il record di 1,10 centesimi. Oltre l’euro anche a Roma, Milano e Firenze

di fabiana 9 gennaio 2018 17:00
caffè e sigaretta

 

Pedaggi autostradali, assicurazioni, bollette, sacchetti della spesa e non solo: con il 2018 arriva anche l’aumento del caffè al bar che arriva addirittura a toccare 1 euro e 10 centesimi a Torino con un incremento del +5,77% rispetto allo scorso anno secondo le stime di Adnkronos.

A Roma, con il +11,96%, si registra l’aumento più alto: un caffè arriva a costare 1,03 euro come messo in evidenza dalla Federconsumatori che attesta intorno al 5,95% l’aumento dell’espresso al bar in tutta Italia. 

Ma non solo a Torino e Roma: l’espresso ha già superato l’euro in quattro città diverse, anche a Milano con 1,08 euro (+8%) e  a Firenze 1,04 euro (+1,96%). 

Resta oltremodo vantaggioso bere un buon caffè in quel di Napoli dove una tazzina continua a costare 0,91 euro (+5,81%) seguita da Palermo con 0,94 euro (+2,17%).

Da una parte le associazioni dei consumatori parlano di aumenti ingiustificati, come ricordato dal presidente Emilio Diafora, e anche su consumi di tipo popolare sottolineando che gli aumenti e le maggiori tassazioni si riversano direttamente sul consumatore finale.

D’altra parte, gli esercenti dei bar e dei pubblici esercizi sono di altro parere: a favore degli aumenti ricordano che l’aumento medio del caffè al bar è stato dell’1% nel 2017 rispetto 2016 come ricorda Luciano Sbraga, direttore del centro studi di Fipe- Confcommercio.

Gli eventuali ritocchi al rialzo potrebbero essere stati causati dall’aumento lieve del prezzo della materia prima e dall’inflazione e anche dal fatto che gli esercenti aspettano circa 3 anni prima di ritoccare al rialzo il prezzo del caffè.

photo credits | think stock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti