Benzina, picchi di 1,92 al litro, impennata dei prezzi

In aumento su tutto il territorio nazionale, con delle punte particolarmente alte al Centro e al Sud. Nelle Marche il prezzo più elevato, oltre 1,92 per la benzina. Il Veneto ha in media il prezzo meno alto.

di Laura Cesco Frare 28 Febbraio 2012 14:10

Il costo del carburante pare non volersi decidere a frenare la propria corsa, anzi, continua ad aumentare fino a toccare vette vertiginose. La Staffetta Quotidiana ha rilevato questa mattina dei rincari nei listini apportati da Esso, Tamoil e TotalErg, ma anche Q8 eleva il prezzo, anche se in misura minore rispetto alle concorrenti per quanto riguarda la benzina. I dati in effetti parlano chiaro: Esso aumenta di 0,5 cent euro/litro la benzina, Q8 alza di 0,3 la verde e di 0,5 il diesel, Tamoil si concentra solo sulla benzina (+0,5 cent euro/litro), mentre TotalErg aumenta sempre di 0,5 su entrambi i prodotti. Il prezzo medio del diesel a livello nazionale è di 1,75, mentre la benzina si attesta a 1,82.

In realtà le differenze da regione a regione sono notevoli: nell’Italia centrale la verde arriva fino a 1,92 euro/litro, mentre il diesel è più costoso al Sud, 1,79. La regione con i prezzi più alti è quella delle Marche, duramente colpita anche dall’addizione regionale di 9,17 centesimi Iva inclusa, mentre le regioni con i carburanti più a buon prezzo sono  l’Emilia-Romagna (1,790), il Friuli-Venezia Giulia (1,797), la Lombardia (1,786), la Sardegna (1,796) e il Veneto (1,784). Ma di questo passo la quota 2 euro non sembra poi così distante.

Commenti