Venezia 75, Leone d’oro a Roma di Alfonso Cuarón

Italia senza premi, Gran Premio della Giuria a Lanthimos

di fabiana 8 settembre 2018 21:00

È Roma del messicano Alfonso Cuarón il film premiato con il Leone d’Oro durante la 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. La giuria presieduta da Guillermo Del Toro premia per la prima volta un film prodotto da Netflix tv che trasmetterà il film a dicembre, stesso mese in cui dovrebbe uscire anche in alcune sale cinematografiche selezionate. 

Roma è ambientato nell’omonimo quartiere di Città del Messico ed è ambientato nel 1971, l’anno in cui i militari uccisero anche alcuni studenti che protestavano nel paese. 

E l’Italia, con ben tre film in concorso Capri Revolution di Martone, Che fare quando il mondo è in fiamme? di Minervini, Suspiria di Guadagnino, resta a bocca asciutta. 

Il Gran premio della Giuria viene assegnato alla pellicola storica The favourite di Yorgos Lanthimos, Leone d’argento per la migliore regia al francese Jacques Audiard per il film The sister brothers. 

Migliore sceneggiatura per il film di Joel & Ethan Coen, per la prima volta in concorso, The Ballad of Buster Scruggs, film western in sei racconti, sempre prodotto da Netflix.

Coppa Volpi per la migliore attrice a Olivia Colman, straordinario  nel ruolo della regina Anna in The favourite. 

Coppa Volpi per il migliore attore a Willem Dafoe per il film At eternità’s gate di Julian Schnabel per il ruolo di Van Gogh. 

Premio Speciale della Giura e Premio Marcello Mastroianni all’australiano The Nightingale di Jennifer Kent e al giovane attore emergente Baykali Ganambarr.

Miglior film della sezione Orizzonti assegnato a Manta Ray di Phuttiphong Aroonpheng, Premio Leone del futuro per la miglior opera prima per The day I lost my shadow di  Soudade Kaadan.

photo credits | instagram

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti