Tragedia in Egitto: scontri allo stadio, almeno 51 morti

di Daniela Caruso 1 Febbraio 2012 20:43

Una partita di calcio finita in tragedia. In Egitto, gli scontri verificatisi dopo un match hanno provocato scontri tra tifosi e forze dell’ordine, all’esterno di uno stadio di calcio a Port Said, a nord del paese. Sarebbero deceduti anche diversi agenti di sicurezza. A comunicarlo, la tv Al-Arabiya, la quale ha mostrato i tafferugli che si sono svolti durante la partita, sfociata nel sangue. Il tutto è accaduto perché l’arbitro aveva sospeso l’incontro tra l’Ismaili e il Zamalek.

I tifosi di quest’ultima squadra, irati per la decisione, hanno appiccato il fuoco per protestare. I tifosi dell’al-Masri hanno invaso il campo, dopo aver udito il fischio finale. Dopo di che, hanno attaccato i giocatori della squadra rivale, l’al-Ahly, inseguendoli fino negli spogliatoi, dove gli sportivi hanno tentato di trovare riparo.

Commenti