Tenta di darsi fuoco dopo aver perso il lavoro

Un altro caso di suicidio a causa della disoccupazione, fortunatamente, questa volta evitato.

di Elena Arrisico 29 giugno 2012 8:01

Un ragazzo italiano di 26 anni e di Piacenza ha tentato di darsi fuoco, ieri pomeriggio, nei pressi di via Coppalati. L’estremo gesto stava per essere compiuto a causa della disperazione per la perdita dell’ennesimo posto di lavoro.

Il giovane di 26 anni è arrivato con la sua automobile in via Coppalati – nei pressi dell’azienda in cui lavorava, situata nella zona industriale di Le Mose – e si è poi cosparso il corpo di benzina con l’intenzione di farla finita e darsi fuoco. Fortunatamente, prima che potesse compiere l’estremo gesto con un accendino che aveva con sé, una volante della Polizia ed i Vigili del Fuoco sono intervenuti, salvando il ragazzo.

La tragedia sfiorata porta alla mente i numerosi casi di suicidio avvenuti, in tutta Italia, nei mesi scorsi. I motivi sono sempre gli stessi, così come i problemi ancora irrisolti: impossibilità a pagare i debiti e ad arrivare a fine mese, disoccupazione e precarietà.

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti