Scartato dal Grande Fratello 12, aspirante concorrente si dà fuoco a Cinecittà

Aspirante concorrente del Grande Fratello si dà fuoco a causa del mancato ingresso nella casa. Vittima di un imbroglio, lo "Stallone di Cercola", cerca di suicidarsi, avvertendo preventivamente i media.

di Simona Vitale 26 Ottobre 2011 12:38

Bizzarro e tragico gesto di un aspirante concorrente del Grande Fratello 12, in seguito alla scoperta, nel corso della prima puntata del reality show, che non sarebbe entrato nella casa più spiata d’Italia. Emilio Perrella, conosciuto anche come “Lo stallone di Cercola” e noto al pubblico per la sua partecipazione al programma Tamarreide, si è cosparso di benzina e si è dato fuoco dinanzi agli studi di Cinecittà, dopo aver preventivamente avvisato la televisione napoletana Luna 2, che stava per compiere il folle gesto.

Per fortuna, il tempestivo intervento dei presenti, ha fatto in modo che lo sconsiderato gesto dello “stallone” non portasse a conseguenze tragiche, ma solo a delle lievi ustioni per il mancato concorrente.

Un’azione disperata per Emilio, scaturita dal raggiro subito dall’uomo. Lo stallone, infatti, aveva avuto la conferma della sua partecipazione alla dodicesima edizione del Grande Fratello da parte di un dirigente mediaset e si era anche fatto tatuare il logo Mediaset sul braccio. Invece poi il tutto si è rivelata una truffa. Poco prima dell’inizio del programma Emilio, felice per la sua imminente partecipazione al programma, ha provato a contattare il dirigente che gli aveva dato la notizia, ma altre persone gli hanno riferito che il dirigente in questione era morto. Ovviamente si trattava di un raggiro per liberarsi dell’uomo. Tuttavia, dopo un po’ di indagini, Emilio ha scoperto l’accaduto e si è rivolto ai media per denunciare l’inganno e pubblicizzare il suo tentativo di suicidio.

Commenti