Stress post traumatico, come superarlo

La guida in 5 punti del Cnr per superare lo stress post traumatico: è necessario intervenire subito.

di fabiana 22 gennaio 2017 12:40
stress post traumatico

Può ripresentarsi anche a distanza di anni e forse non scomparire mai: è lo stress post traumatico, una patologia che le persone scampate a una tragedia naturale come il terremoto o la slavina che ha colpito il Rigopiano, devono imparare a superare.

stress post traumatico

E dopo i recenti tragici eventi degli ultimi giorni, il Cnr offre una piccola guida che consta di cinque punti e che è stata elaborata dal Istituto fisiologia clinica Ifc-Cnr di Pisa per poter aiutare a superare il trauma post traumatico. 

È importante riuscire ad elaborare la tragedia e incanalare nel modo corretto le emozioni e di solito l’aiuto viene fornito direttamente sul posto da un’èquipe di psicologici specializzati che si occupano soprattutto di bambini e anziani, le due categorie più a rischio.

EMERGENZA TERRMOTO, VADEMECUM DELLA PROTEZIONE CIVILE

Vediamo i cinque punti della guida.

Gli effetti e i rischi psicologici provocati dal terremoto. 

Eventi naturali terribili possono causare stress che modifica i livelli ormonali, cortisolo e catecolamine e nelle donne anche gli estrogeni, possono alterare la regolarità del sonno e a lungo termine ipertensione, tachicardia. È importante riuscire a capire lo stress negli adulti e nei bambini.
Le emozioni innescate dal terremoto nelle popolazioni. È importante capire le emozioni che un terremoto può causare nelle popolazioni che lo subiscono, dall’ansia alla paura agli attacchi di panico. Ansia, paura e attacchi di panico sono le emozioni pià comune: soprattutto l’ansia rappresenta una reazione a due facce che può spingere l’individuo a reagire alla nuova situazione o limitarne del tutto la propria esistenza.
L’assistenza psicologica necessaria: sarebbe necessaria una prevenzione primaria fatta di corsi e tecniche prima dell’evento stesso. Ma è anche vero che generalmente c’è spazio per la prevenzione secondaria quando vendono programmati interventi di supporto psicologico immediatamente successivi al sisma.
Il Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS). Le persone affette dal DPTS tendono a rivivere continuamente l’evento traumatico, e perdono il contatto con la realtà con reazioni che possono durare anche anni.

Come affrontare il DPTS: è necessario intervenire subito con la giusta terapia cognitivo-comportamentale curando l’individuo nei momenti successivi al trauma.

photo credits| thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti