Sesso: gli uomini ci pensano 18 volte al giorno, le donne di meno

La ricerca è stata curata dalla Ohio State University di Mansfield. Gli studiosi spiegano che comunque i rapporti sessuali non sono un'ossessione.

di Gianni Monaco 24 Ottobre 2011 16:34

Ma quanti soldi vengono spesi per finanziare la ricerca sulla psicologia del sesso? Una gran bella quantità. Non passa settimana in cui almeno una ricerca accademica sulla questione non venga citata dai giornali e i siti web di mezzo mondo. Uno degli ultimi studi scientifici (almeno, così dicono…) è stato curato dalla  Ohio State University di Mansfield (Stati Uniti). Ha a che fare anche la frequenza con cui uomini e donne pensano ai rapporti sessuali.

Verrebbe confermata l’idea secondo cui a pensare al sesso sono più i maschi che le femmine. Gli studenti universitari – affermano i ricercatori dell’Ohio –  fantasticherebbero sul coito 18 volte al giorno. Le studentesse arriverebbero a quota 10. Insomma, gli uomini pensando al sesso il doppio rispetto alle donne ma, secondo i docenti, non sarebbe una ossessione. Infatti, con la stessa frequenza – spiegano – si pensa anche al cibo e al sonno.  “In effetti però – precisano i professori dell’Università di Mansfield – gli uomini sono più portati a pensare al sesso, perché nel maschio questo non è collegabile ad alcun moralismo. Per gli uomini è possibile avere pensieri sessuali senza vivere sensi di colpa”. Nelle donne questa libertà ancora non esiste”. Una tesi su cui molti non concorderanno.

Tags: donne · sesso · uomini
Commenti