Scuola, la Azzolina ribadisce l’apertura a settembre in sicurezza

Il ministro dell'istruzione Lucia Azzolina ha nuovamente ribadito il ritorno a scuola degli studenti italiani per settembre.

di Maria Barison 13 Luglio 2020 10:32

In queste ore il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina è presente a Catanzaro per una riunione all’Ufficio scolastico regionale della Calabria e qui si è anche soffermata a parlare con i giornalisti della delicata questione scuola e sicurezza.

Sappiamo come in Italia le scuole siano state le prime a chiudere durante la fase iniziale dell’epidemia generata dal Coronavirus, situazione che ha costretto il sistema scolastico a rivoluzionarsi completamente con la didattica a distanza. Si è cercato quanto più possibile di garantire sicurezza ai vari studenti anche in occasione degli esami di Maturità 2020, con un unico esame orale e scaglionando le varie entrate nei plessi scolastici. Il risultato è stato sicuramente positivo, ma chiaramente è stato un esame alquanto particolare, per molti più semplice, ma non sembrava esserci altra via d’uscita.

La Azzolina promette il ritorno a scuola in sicurezza a settembre

A settembre però le cose dovranno inevitabilmente cambiare e la Azzolina sta facendo di tutto per garantire agli studenti la possibilità di recarsi nei vari plessi scolastici e seguire regolarmente le varie lezioni. Non si punterà a quanto pare più sulla didattica a distanza, a settembre si proverà a tornare alla normalità, purché però sia garantita massima sicurezza. Proprio su quest’ultimo aspetto sta lavorando la Azzolina, la ministra ha ribadito che le scuole dovranno riaprire, il governo ha lavorato in tutti questi mesi per garantire sempre la sicurezza di tutti. Questo è il progetto che si ha in mente per poter riaprire le scuole in massima sicurezza: “Stiamo lavorando su tre fronti: utilizzare tutti gli spazi che ci sono, adeguandoli e migliorandoli; se non fossero abbastanza trovarne di nuovi, e – ha sostenuto ancora il ministro dell’Istruzione – migliorare gli arredi scolastici.”

Nuove strutture per le scuole

C’è quindi la volontà assoluta di migliorare un sistema scolastico ancora piuttosto vecchiotto in Italia e per farlo bisogna inevitabilmente partire dalle strutture, molte ancora alquanto fatiscenti in tutto il nostro Paese, dove tra l’altro la sicurezza deve essere a prescindere sempre al primo posto. C’è insomma in ballo la vita di bambini e ragazzi, la scuola deve essere sicura ed il primo passo per farlo è avere strutture adeguate che possano permetterlo. Bisogna capire se, a distanza di pochissimi mesi, si riuscirà effettivamente a mandare a scuola i vari studenti in tranquillità e senza preoccupazioni.

Commenti