Rischiare la sospensione a scuola per la Pasta al Forno

Avete mai pensato di portare la pasta a scuola? Non fatelo.

di Maria Barison 30 Settembre 2021 22:15

Ad Andria in un Liceo ci sono 10 ragazzi che rischiano la sospensione per aver introdotto la pasta al forno a scuola con l’intenzione ovviamente di consumarla. Sorpresi anche dal preside che ha subito parlato di provvedimenti disciplinari. Perché adesso la pasta al forno è così malvista? Addirittura sospendere gli alunni che probabilmente erano anche ignari di norme così precise pensiate sia eccessivo o giusto? Indubbiamente questa è la notizia del giorno che chiude memorabilmente il primo mese dell’anno scolastico 2021/22.

Il dirigente scolastico Cosimo Antonio Strazzeri ha comunque già perpetrato una nota disciplinare nei confronti degli alunni sorpresi a consumare il pasto caldo richiamandoli all’ordine essendo quello un luogo di insegnamento e non di bivacco. Resta poi irremovibile sulla decisione annunciando anche la sospensione per le violazioni alle norme anticovid che vietano il consumo di pasti caldi di sconosciuta provenienza all’interno delle strutture scolastiche. Cosa c’entri il covid con la pasta al forno ce lo chiediamo un po’ tutti, anche perché gli alunni a quanto pare avevano la pasta già suddivisa in porzioni singole che consumavano da soli. Il problema risiede anche sullo svolgimento delle lezioni che non seguono doppi turni, non c’è rientro e non c’è una mensa autorizzata dall’Asl per la gestione di pasti del genere.

Un altro problema è che la pasta non può essere consumata in 10minuti, ma dubitiamo che esista un pasto adeguato per un adolescente che frequenta le scuole superiori che possa essere consumato in una così ristretta frazione di tempo a meno che lo studente non sia vorace abbastanza da divorarsi anche un panino in 5 minuti. Inoltre secondo il dirigente scolastico si compromette anche la digestione, perché? Qua tutti siamo in grado bene o male di digerire una pasta al forno, sicuramente meglio di una qualsiasi pietanza adeguata allo scopo divorata in 10minuti. Insomma Andria oggi si è riservata un posto nella memorabilità della cronaca italiana per questo caso abbastanza inusuale, per non dire anche singolare. Ci raccomandiamo a scuola solo crackers, che probabilmente quelli in 10minuti ci entrano e soprattutto la pasta al forno magari mangiatela a casa e non di mattina a scuola perché sarà anche esagerato sospendere, ma quantomeno non è proprio l’ideale un pasto del genere a metà mattinata.

FONTE

Commenti