Ricerca Filo d'Argento, anziani sempre più soli e abbandonati

di Simona Vitale 13 Luglio 2011 10:44

Le condizioni sociali delle persone anziane non sono affatto migliorate dallo scorso anno, anzi pare proprio che vecchietti e nonnine siano sempre più soli e abbandonati a se stessi.

Il quarto Rapporto del Filo d’Argento Auser, ovvero il servizio di telefonia sociale per le persone anziane, presentato ieri a Roma, ha messo in luce un quadro davvero allarmante.

I nostri anziani sono sempre più privi di assistenza e le associazioni di volontariato sono sempre più in difficoltà. Questo perchè è aumentata la richiesta della fornitura di servizi, ma purtroppo non accenna ad aumentare il numero dei volontari, ma anzi sono addirittura in diminuzione il numero delle ore di servizi da essi prestati.

Nel corso del 2010, il Filo d’Argento ha seguito più di 430.000 persone, la maggior parte donne  e over 75. Tutte persone che corrono il rischio di essere emarginate, non essendo seguite dai servizi sociali, ma che hanno comunque un forte bisogno di essere seguiti e necessità di muoversi sul territorio.

Come al solito c’è una scissione tra nord e sud della penisola, infatti i servizi forniti sono cresciuti davvero in maniera notevole. C’è stata infatti una crescita del 9,6% nel nord- ovest del Paese (Liguria, Piemonte e Lombardia).

Tra i servizi più importanti erogati dal Filo D’argento ci sono : quelli relativi alla compagnia telefonica o al domicilio, trasporto sociale per visite, controlli, terapie, piccoli interventi domiciliari, consegna della spesa, dei farmaci, informazioni sui servizi nel territorio, attività di intrattenimento, iniziative culturali e per promuovere il benessere.

Mentre fra i servizi invece più richiesti dagli anziani ci sono : l’accompagnamento con macchine attrezzate  per poter  raggiungere ospedali, ambulatori o semplicemente uffici postali o mercati.

Commenti