Lasciata dal fidanzato perché incinta, lo fa torturare con l’acido

La tragedia si è consumata in provincia di Brescia, dove la giovane di 23 anni, grazie ad un amico, ha potuto realizzare la sua vendetta.

di Simona Vitale 22 Settembre 2012 11:04

Lui l’aveva lasciata perché portava in grembo sua figlio ma lei, anziché darsi per vinta, ha ben pensato di mettere in atto una terribile vendetta. Ha fatto così sequestrare quello che ormai poteva considerare il suo ex fidanzato, lo ha fatto picchiare con un bastone e, infine, gli ha fatto versare addosso dell’acido muriatico, dopo averlo fatto incappucciare. Ora, dunque, un 26enne di Travagliato, piccolo centro in provincia di Brescia nei pressi del lago d’Iseo, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Brescia in condizioni gravissime, tanto da lottare tra la vita e la morte.

Sembra che il ragazzo sia stato pedinato fin sotto casa di un’amica e qui sarebbe caduto nella trappola. La ragazza incinta, 23 anni, avrebbe chiesto aiuto ad un suo amico, un uomo di 43 anni di Gussago, ultrà del Brescia, il quale ha materialmente messo in atto l’atroce vendetta e che ora è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Chiari,  guidati dal capitano Egidio Lardo.

Il 43enne è ora in carcere in attesa della convalida del fermo ed è accusato di lesioni personali gravissime, mentre la giovane mandante della tortura è attualmente ospitata da una struttura protetta in attesa di partorire, cosa che dovrebbe avvenire entro pochi giorni. Il 26enne, come detto, lotta per la vita ma sembra quasi certo che, se dovesse sopravvivere, perderà la vista a causa dell’eccessivo danneggiamento dei bulbi oculari.

Commenti