Omicidio di Garlasco: assolto Alberto Stasi

Si risolve così il processo di Alberto Stasi, dichiarato innocente in primo grado ed ora anche in secondo, dopo che la prima sentenza era stata definita dall'accusa: "poco adeguata ai fatti".

di Vincenzo Avagnale 7 Dicembre 2011 18:57

Raggiunge ormai la conclusione l’iter giudiziario di uno dei processi che maggiormente aveva colpito l’Italia nel corso degli ultimi anni, cioè quello riguardante il delitto di Garlasco. Il presunto assassino, Alberto Stasi, è stato dichiarato innocente per non aver commesso il fatto, confermando quindi la sentenza di primo grado, che aveva già ritenuto il giovane fidanzato innocente dell’atroce colpa imputatagli.

Dal momento in cui la notizia dell’omicidio è venuta alla luce, fino ad oggi (e probabilmente ancora per un bel po’ di tempo in futuro) si è sviluppato un vero e proprio circo mediatico attorno ad Alberto, il quale recentemente era stato un po’ abbandonato in favore dell’onnipresente Amanda Knox, anche lei recentemente assolta insieme all’ex fidanzato Raffaele Sollecito (furono accusati di aver ucciso la coinquilina di lei Meredith Kercher).

Stasi veniva praticamente pedinato durante tutta la sua giornata e durante la sua breve incarcerazione, poi ritirata per via della mancanza di elementi abbastanza certi del suo coinvolgimento o che indicassero sussistesse un pericolo di fuga, il giovane studente era oggetto di chiacchiere in tutti i talk show e telegiornali.

Un’abitudine strana ed inquietante quella della stampa e delle televisioni di seguire ed interpretare ogni movimento di un presunto assassino costituendo praticamente una seconda giuria, che segue però il morboso attaccamento degli spettatori e finisce col gonfiare una bolla che poi si rivela inconsistente di atteggiamenti sospetti ed inquietanti, che poi fanno parte in realtà del quotidiano di tutte le persone.

La madre di Chiara, Rita Poggi, ha commentato la notizia della sentenza in questo modo: “non mi arrenderò, ho ancora fiducia nella giustizia.” Nonostante ciò è improbabile a questo punto che emergano altri sospettati e probabilmente l’omicidio rimarrà irrisolto.

La polizia ha affermato che gli ultimi atti del processo daranno il via ad ulteriori indagini, ma sebbene non venga detto chiaramente c’è molta sfiducia in una fine positiva e quindi nella definitiva individuazione dell’assassino, molti rimarrebbero convinti che questi sia in realtà proprio Stasi, che da oggi in poi si godrà in pace la sua libertà.

Tags: delitto
Commenti