Michele Misseri telefona a Barbara D’Urso durante Domenica Live

Lo zio di Sarah Scazzi, che si autoaccusa dell'omicidio della ragazzina avvenuto il 26 agosto 2010, ha interrotto il racconto della superteste Anna Pisanò.

di Simona Vitale 10 Dicembre 2012 10:05

Il fitto intreccio in ordine al delitto di Avetrana non sembra districarsi. Ieri pomeriggio a Domenica Live, ospite di Barbara D’Urso in studio vi era la supertestimone Anna Pisanò, quando all’improvviso il suo racconto è stato interrotto dalla voce di Michele Misseri, che ha telefonato alla trasmissione dando vita ad un vero e proprio botta e risposta tra i due protagonisti del caso Scazzi. Ricordiamo innanzitutto che la Pisanò ha vissuto diversi anni in Germania, prima di rientrare in Italia per il matrimonio della figlia Vanessa e iniziare a vivere ad Avetrana, dove con il tempo è diventata amica della Famiglia Misseri. La donna aveva conosciuto Sabrina per alcuni libri scolastici usati che erano stati messi in vendita:

Sabrina era più piccola di mia figlia e divenni sua cliente, dato che faceva l’estetista e andavo da lei a farmi la ceretta o le sopracciglia. Anche la sorella faceva la parrucchiera; avevano diversi clienti. Con Sabrina si era instaurato un rapporto di mamma e figlia e andavamo un giorno sì e uno no da lei.

Comincia Michele:

La verità non la sa ancora nessuno: avete un programma colpevolista. Non sapete com’è andata e quando uscirà la verità ve ne renderete conto. Quando uscirà, capirete che io dico il vero. La Pisanò è una grande bugiarda: non la passerai liscia così. Prima di parlare devi essere sicura. Mi dispiace parlare con voi: sono arrabbiato dentro me stesso. Voi vivete solo di applausi e non di verità. La Pisanò è una bugiarda, lo dicono tutti, prima diceva che l’aveva sognata a Lecce e quando Sabrina le diceva di deporre non andava mai dai Carabinieri. Se Sarah era così è perché la Pisanò disse davanti alla bambina che suo padre stava con altre donne a Milano.

Angela Pisanò, risponde manifestando la sua rabbia:

Mai nessuno mi ha chiamato bugiarda. Io ho detto tutta la verità e non mi piace venir chiamata così da una ragazza di 21 anni. Misseri è un imbroglione nato. Non si vergogna? Ha 58 anni, non è un bambino. Si parla della morte di una nipotina. Non si vergognano tutte e tre?

La Pisanò racconta poi dell’ossessione di Sabrina per Ivano, mentre dal canto suo Sabrina, ha sempre accusato la donna di essere una bugiarda. Ma quella che è stata definita una testimone, ora, vuole far valere la sua verità:

Sabrina ha detto che la spiavo quando Ivano andava a prenderla.
Dice che avrei detto in presenza di lei e di Sarah che Misseri toccava altre donne. Come mamma non mi permetterei mai di fare una cosa del genere, semmai avrei parlato con la signora Concetta e le avrei chiesto cosa fare. Non sarei andata a raccontarlo ad una bambina di 11 anni. 

A proposito del giorno dell’omicidio la superteste ha raccontato:

Ricordo tutto di quella mattina, lo ricorderò anche tra 100 anni: ero con Sabrina e con Sarah. Avevo appuntamento con Sabrina alle 8.00, la chiamo alle 7.00 per un appuntamento, ma Sabrina mi dice che aveva la cervicale. Arrivai vicino al cancello, Sabrina non mi apre, le mando un messaggio e mi risponde con un messaggio, dicendo che è in bagno. Erano le 7.57. Mentre mi facevo la ceretta, vedo che si sente male. Le chiesi se volevo che rimanessi con lei e Sabrina mi risponde: “Chiamo Sarah”. Gli inquirenti hanno verificato che Sabrina non inviò mai quel messaggio. Più tardi suonano, era Sarah, vestita di nero, la saluto, con il volto abbassato e non risponde neanche al mio saluto. Le dico: ‘Stai male?’.Sarah si siede e Sabrina mi dice: ‘Lasciala stare’. Sarah non parlava, alza la testa e Sabrina le fa segno di tacere e di abbassare la testa. Mi sono chiesta come mai Sarah fosse venuta a casa Misseri, se in realtà Sabrina non aveva inviato quel messaggio. Sabrina ha raccontato che Sarah cantava ed era felice Con la testa bassa? Non credo.

E poi si giunge alla rottura tra Anna e Sabrina: “Quando ho parlato a Sabrina dopo la morte di Sarah, lei mi disse: se te lo chiedono dì che Sarah era allegra. Ormai l’ho detto e non smentirmi”.

Commenti