Marò: un indiano offre la fideiussione per liberta’ dei due ufficiali

L'uomo sostiene di avere proprietà a Kerala e altre in Italia che potrebbero fare da garanzia per la concessione della libertà dietro cauzione.

di Enzo Mauri 29 Maggio 2012 11:07

Torniamo a parlare dei due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone agli arresti in India per la morte di due pescatori locali. I fucilieri della Marina sono da venerdì scorso a Kochi nella Borstal School in attesa dell’udienza dinanzi all’Alta Corte del Kerala che dovrà decidere sulla libertà su cauzione.

In queste ore la stampa indiana ha pubblicato la notizia che un indiano residente in Italia, tale John Thekkekara, ha offerto alla Corte la fideiussione richiesta per concedere la libertà’ ai due militari: l’uomo sostiene di avere un ettaro di terreno nel Kerala e altre proprietà’ in Italia che potrebbero fare da garanzia per la concessione della libertà dietro cauzione.

 
La situazione dei due militari non appare delle più semplici. In prima istanza la richiesta di libertà provvisoria è già stata respinta due volte dal tribunale di Kollam, dove si svolgerà il processo, che ha addotto motivazioni tecniche. Il caso è poi approdato davanti all’Alta Corte, che la settimana scorsa aveva già chiesto una valutazione al governo di New Delhi.

Commenti