M5S, Gambaro: “Flop colpa di Grillo”. Lui: “Non vali nulla, vattene”

La senatrice ha chiamato in causa direttamente il leader del Movimento per il risultato alle amministrative. Lui. "La invito per coerenza a uscire dal M5S".

di Luca Fiorucci 12 Giugno 2013 7:08

Dopo il risultato assai deludente alle ultime elezioni amministrative, è alta la tensione all’interno del Movimento 5 Stelle. La senatrice Adele Gambaro, in un’intervista rilasciata ieri pomeriggio a Sky Tg24, ha incolpato del flop direttamente Grillo: “Stiamo pagando i toni e la comunicazione di Beppe Grillo, i suoi post minacciosi, soprattutto quelli contro il Parlamento. Mi chiedo come possa parlare male del Parlamento se qui non lo abbiamo visto. Lo invito a scrivere meno e osservare di più. Il problema del Movimento è Beppe Grillo” ha affermato.

Grillo ha prontamente replicato sul suo blog, riportando le parole della senatrice e lanciando una specie di referendum su se stesso: “Vorrei sapere cosa pensa il Movimento 5 Stelle di queste affermazioni. Ditemi se sono io il problema“. Dopo circa un’ora, il comico genovese ha pubblicato un altro post, dal titolo “Quando uno vale niente” (con riferimento all’inno del Movimento, “Uno vale Uno”), in cui ha attaccato direttamente la Gambaro, di fatto espellendola dal M5S:

La senatrice Adele Gambaro ha rilasciato dichiarazioni false e lesive nei miei confronti, in particolare sulla mia valutazione del Parlamento, danneggiando oltre alla mia immagine, lo stesso Movimento 5 Stelle. Per questo motivo la invito per coerenza a uscire al più presto dal M5S. Uno vale niente quando si fa usare da un’informazione ruffiana, quando, credulone! si bea di quelle lusinghe di quella Casta, che lo circuisce pronta a gettarlo via quando non serve più”.

La senatrice, ha attaccato ancora Grillo, si vuole solo “assicurare un posto al sole, allora è uno che non vale proprio niente“, uno “vale niente, quando scopre che la propria etica coincide con quella di partiti altrui, ma prende in giro i propri compagni di strada restando solo per costruirsi un potere personale. Uno vale uno quando ci mette la faccia”. I colleghi della Gambaro si schierano per lo più in difesa del leader del Movimento, anche se non tutti sono d’accordo con la cacciata della senatrice: “L’espulsione della Gambaro? No. Ma faccia una seria riflessione. Se pensa che il problema del M5S è Grillo, deve capire se vuole ancora far parte di un Movimento dove il 99% dei componenti non la pensa come lei. E’ una riflessione che spetta a lei” ha dichiarato il deputato Ivan Della Valle.

Più duro invece Alessandro Di Battista, che ha affermato: Abbiamo tanti nemici all’esterno, ma da sempre il vero pericolo è all’interno, abbiamo la ossibilità combattendo di cambiare la storia di questo paese in macerie e tu accusi Beppe, un esempio di attivismo, un italiano che rischia la vita per far diventare questo paese normale? Non ho parole, senatrice“. Il “sondaggio” lanciato da Grillo sul suo blog vede prevalere decisamente le critiche alla senatrice, che è stata attaccata dai “grillini” anche sulla sua pagina Facebook. Ieri intanto è stato eletto il nuovo capogruppo del Movimento al Senato: Nicola Morra ha vinto di soli due voti al “ballottaggio” contro Luis Orellana.

Commenti