LILT, la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

Appuntamento dal 16 al 24 marzo in tutta Italia per contrastare le bufale e sensibilizzare sull’importanza di un stile di vita corretto.

di fabiana 16 Marzo 2019 17:00

Metti a tacere le bufale con la vera prevenzione.

Questo il claim scelto in occasione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT: per la sua diciottesima edizione la settimana di prevenzione organizzata dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, si svolge dal 16 al 24 marzo e sceglie come testimonial Selvaggia Lucarelli, scrittrice e giornalista, per lasciare l’appello rivolto a tutti i cittadini. 

Bando quindi alle fake news mentre l’invito è quello di affidarsi alla vera prevenzione che include una corretta alimentazione, con la dieta mediterranea, un’attività fisica regolare, tutti i necessari controlli medici, ma anche lo stop ad alcol e sigarette. La campagna di sensibilizzazione punta a promuovere i corretti stili di vita per poter prevenire il cancro, organizzata con il patrocinio del ministero della Salute e della Presidenza del Consiglio, e in partnership con Confcooperative. 

L’obiettivo dell’edizione del 2019 sembra essere duplice, da una parte invitando la popolazione alla vita sana e alle visite di controllo previste, ma dall’altra a mettere in guardia dalle fake news relativamente alla prevenzione oncologica e soprattutto relativamente all’alimentazione. 

La corretta alimentazione è di primaria importanza per contrastare almeno il 35% dei tumori, che, come riportano gli studi, sono legati alla  scorretta alimentazione: e proprio la scorretta alimentazione, causa anche obesità che a sua volta è legata a diverse patologie oncologiche. La campagna intende lanciare un chiaro monito: non ci sono scorciatoie o ricette miracolose come vorrebbero lasciarci credere le bufale che circolano in rete, ma è invece indispensabile adottare un corretto stile di vita. Per tutta la settimana, sarà possibile usufruire delle visita di controllo gratuite che si svolgono presso i 400 centri di prevenzione che aderiscono alla campagna. Inoltre, nei gazebo aderenti sarà possibile  trovare le bottiglie di olio extravergine d’oliva italiano, alimento tipico della dieta mediterranea che verrà regalato dietro una piccola donazione. 

Commenti