Le 5 cose più bizzarre recuperate dal fondo del mare

Da un'intera città ad un pesce ritenuto estinto, passando per uno dei primi computer della storia. Scopriamo questi strani ritrovamenti negli abissi marini.

di Simona Vitale 23 Dicembre 2013 16:00

Ci sono un sacco di cose strane nel mare, cose veramente strane. Sia che ci appartengono o no, l’enorme volume di scoperte strane che sono stati recuperate dai fondali marini è da capogiro, e cresce di giorno in giorno.

 Ecco un elenco di alcuni delle cose più singolari mai trovate sul fondo del mare, come ci evidenzia anche Oddee.com.

1. Antico computer della Grecia

Il meccanismo di Antikythera è una delle più sorprendenti scoperte dell’età moderna, pur essendo nel mare da migliaia di anni. Il più antico noto meccanismo di ingranaggi complessi rappresenta quello che è stato definito il primo computer analogico a causa della sua complessità pura in costruzione. Si ritiene sia stato progettato per prevedere le eclissi lunari e solari basate sui cicli babilonesi di progressione aritmetica, tuttavia la vera funzione del meccanismo rimane un mistero. Fu scoperto nel 1900.

2. I motori dell’Apollo 11

Nel marzo del 2013, il CEO di Amazon Jeff Bezos a quanto pare ha deciso che era ora di fare qualcosa di completamente folle, seppur affascinante, e se ne andò a recuperare i motori che sono stati utilizzati nel decollo dell’Apollo 11. Erano rimasti sul fondo del mare dal lancio nel 1969. I due motori e le parti che sono state recuperate sono attualmente in fase di restauro prima di andare in mostra presso il Kansas Cosmosphere and Space Center.

3. Una città antica

Come si fa a perdere una intera città? Sorprendentemente, accade più spesso di quanto si possa pensare. Con il livello del mare in continuo aumento grazie alla scioglimento delle calotte polari e di altri fattori, perdere città in fondo al mare è un fatto spiacevole della storia. Fortunatamente, la tecnologia di oggi ci permette di riscoprire e studiare queste rovine sottomarine. Uno degli esempi più notevoli esiste al largo delle coste dell’Egitto. La città di Thonis, nota come Heracleion agli antichi greci, ha una fondazione che risale a oltre mille anni. Parti della città antica sono state scavate e la qualità dei materiali recuperati ci consente di dare uno sguardo nel passato della sua importanza e ricchezza. La scoperta risale al 2000.

Smeraldi condannati

Jay Miscovish di Key West, in Florida, ha acquistato una mappa del tesoro da un amico in un bar nel 2010. Cacciatore part-time di tesori e subacqueo dilettante, Miscovich è andato a scoprire una fortuna multimilionaria in smeraldi nelle profondità nel Golfo al largo della Florida. L’origine esatta degli smeraldi è ancora sconosciuta, ma quando il ritrovamento ha colpito le onde radio pubblica, l’uomo ha ottenuto l’attenzione degli investigatori federali. Lo stress di aspettare per il grande profitto dalla sua scoperta, che consisteva in più di 80 chili di smeraldi, e la prospettiva di trattare con un’indagine federale solo per aver creduto in un tesoro sepolto, ha portato Miscovich a togliersi la vita. 

5. Pesce Lazarus: il celacanto

Ritenuto estinto 65 milioni anni fa, un esemplare vivente di celacanto è stato scoperto nel 1938, mentre un biologo marino lo ha spulciato attraverso la cattura di un pescatore locale, al largo della costa africana. Alla fine, una seconda specie è stata scoperta in Indonesia. È stato trovato per essere geneticamente distinto dalla popolazione originaria da milioni di anni di separazione. Purtroppo, il pesce ha ben poco valore al di fuori della documentazione fossile perché è immangiabile ed è considerato una pessima cattura da parte dei pescatori di acque profonde moderni.

Tags: computer
Commenti