Bimba di 10 anni denutrita e chiusa in un armadio, arrestata la madre

La donna, di cui non è stato rivelato il nome, è madre di altre 2 bambine di 2 e 8 anni, sempre pulite e ben nutrite.

di Simona Vitale 24 giugno 2012 13:15

Non c’è mai fine al peggio. Orribile storia quella vissuta da una bambina di 10 anni che per denutrizione pesa poco più di 15 kg ed è stata costretta a trascorrere gran parte delle sue giornate in un armadio a muro puzzolente d’urina. Siamo a Kansas City, dove gli agenti, grazie ad una segnalazione telefonica, hanno potuto arrestare la madre della piccola che ha anche altre due figlie di 2 e 8 anni. Secondo quanto riportato dall‘Associated Press, sembra che i vicini della donna, che vive in un appartamento in un complesso di case popolari, non sapessero che la donna, madre di due bambine sempre pulite e ben nutrite, avesse una terza figlia.

I vicini, interrogati dai servizi sociali, hanno infatti riferito che la donna viveva lì solo con due figlie. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell’appartamento della donna, 29 anni, hanno trovato un lettino per bambini appoggiato ad un armadio a muro chiuso con dei lacci. Gli agenti hanno chiesto se all’interno ci fosse qualcuno e la bambina ha risposto, con flebile voce, di sì. La ragazzina, una volta liberata, ha spiegato che la madre aveva portato le sorelle a fare colazione e che lei non era andata perché “si sporca sempre”.

Portata in ospedale, è stata trovata dai medici denutrita, con il peso di soli 15 kg ed ingrassata di soli 3 kg dall’ultima visita in ospedale, circa 6 anni fa. La bambina, inoltre, indossava abiti adatti a bambini da poco svezzati. La bambina ha spiegato ai servizi sociali di essere rinchiusa spesso nell’armadio e che non mangiava tutti i giorni. Ha anche spiegato di non voler, comprensibilmente, tornare a casa. Sembra inoltre che spesso venisse picchiata sulla schiena per il fatto di farsi ancora la pipì addosso.

Interrogata, la donna ha raccontato di sapere che la figlia era denutrita e di non averla fatta uscire per questo, per non finire nei guai. La cauzione, in attesa del processo, è stata fissata in 200 mila dollari. Anche le altre due figlie sono state affidate ai servizi sociali. Il fidanzato della donna, che non è il padre delle bambine, ha dichiarato di non aver visto la piccola per un anno, pensando che stesse da una zia, e di ignorare l’esistenza dell’armadio dove la piccola era richiusa. Per fortuna il suo incubo è finito. Il nome della donna non è stato rivelato per proteggere la bambina.

29 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti