Usa, scomparsa fiala con un virus letale

Guaranito, proveniente dal Venezuela, sembra essere in grado di uccidere almeno una persona su cinque con febbre e forti emorragie interne.

di Simona Vitale 27 marzo 2013 11:16

Una delle 5 fiale contenenti un virus letale è scomparsa dal laboratorio di Galveston, in Texas, dove gli Stati Uniti conservano gli agenti patogeni delle principali malattie infettive pericolose per gli esseri umani. Il virus, che si chiama Guaranito, proviene dal Venezuela e provoca febbre e forti emorragie interne. Nonostante le cure, è in grado di uccidere almeno una persona su 5. Il virus, infatti, è tipico dei roditori e sebbene negli USA si ritiene che l’agente patogeno non possa sopravvivere al di fuori del mondo animale, nel suo luogo di origine sono stati registrati moltissimi casi anche tra le persone.

Al momento si ignora che fine possa aver mai fatto la fiala. Date le estreme misure di sicurezza, si ritiene che il virus non possa essere uscito al di fuori del laboratorio ma avviato, per errore, alle procedure di sterilizzazione. Ovvero buttato nell’inceneritore insieme ad altri materiali a rischio che fuoriescono da quel medesimo laboratorio. Così come per l’ebola, i rischi di trasmissione di questa malattia sono molto bassi andando a colpire rapidamente, in pochi giorni. Inoltre, si trasmette solo attraverso sangue e fluidi corporei.

Per evitare di correre rischi, dunque, basta non toccare il sangue o avere rapporti sessuali con queste persone. I tempi di incubazione sono tra l’altro molto rapidi, rendendo quasi nulla la possibilità che possano essere infettate molte persone, prima che le emorragie rendano la persona così debole e malata da non poter far nulla per salvarla.

Oltre 1200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti