Gli 11 virus più mortali che l’umanità ha mai dovuto affrontare

Virus in grado di provare malattie terribili che, nella maggior parte dei casi, conducono ad una sofferente morte.

di Simona Vitale 31 Agosto 2013 11:16

Tante sono le malattie che è possibile contrarre al mondo, ma alcune di esse sono più pericolose di altre.

Qui di seguito troverete 11 dei virus letali che sono attualmente noti oggi.

  1. Influenza aviaria. Sebbene sia più comune agli uccelli, può infettare anche gli esseri umani. In molti casi gli esseri umani che contraggono questo virus finiscono per morire. Nel 1997 vi è stato un focolaio dell’influenza a Hong Kong, che ha finito per uccidere due dozzine di persone. Purtroppo si è diffuso dagli uccelli agli esseri umani e può ora contagiare anche altri animali. Fortunatamente non si diffonde facilmente da uomo a uomo, motivo per il quale non ha ucciso un numero elevato di persone.
  2. Febbre gialla. Questo è un virus che si trasmette attraverso le punture di zanzare da esso infettate. Coloro che lo hanno contratto avvertiranno un senso di stanchezza, vomito e febbre alta a cui purtroppo, nella maggior parte dei casi, seguirà la morte. Il virus è più comune ai Caraibi, in Africa e in Sud America.
  3. Antrace. La maggior parte delle persone che hanno contratto questo virus moriranno. Purtroppo si diffonde facilmente ed è in grado di creare una epidemia in un breve lasso di tempo. Si diffonde attraverso il contatto umano o toccando delle cose su cui i batteri sono annidati. I tre tipi di antrace colpiscono: polmone, apparato digerente e la pelle.
  4. HIV. La maggior parte delle persone hanno sentito parlare di questo virus e sanno che causa l’AIDS. Anche se si può sopravvivere, convivendo con il virus, è probabile che alla fine morirete comunque. Non esiste attualmente alcuna cura per l’HIV, ma ci sono una serie di farmaci che possono aiutare a tenere a bada i sintomi.
  5. Il virus Marburg. L’incubazione per questa filovirus è di 5-7 giorni, nel corso dei quali avrete febbre, brividi, eruzioni cutanee, mal di gola, insufficienza epatica, disfunzioni agli organi e infine la morte.Non c’è cura conosciuta per questo, ma ci sono trattamenti medici disponibili che possono tenere in vita più a lungo. La malattia si sviluppa attraverso i fluidi corporei di coloro che hanno contratto il virus.
  6. Ebola. Simile al filovirus Marburg, provoca una febbre emorragica. Ci sono cinque sottotipi del virus dell’Ebola che, normalmente, ha un periodo di incubazione di 2-21 giorni. I sintomi sono gravi e comprendono: emorragia esterna, emorragia interna, eruzioni cutanee, piaghe, shock e occhi rossi. Non esiste cura conosciuta e non ci sono molti trattamenti che possono mantenere le persone infette in vita. Si diffonde anche attraverso i fluidi corporei di coloro che sono infettati.
  7. Influenza spagnola. Dal 1918-1919 il virus ha ucciso più di 50 milioni di persone in tutto il mondo.Mentre la maggior parte dei ceppi di influenza ora danneggiano solo le persone molto anziane o malate, questo particolare ceppo ha ucciso persone di tutte le età. Fortunatamente l’epidemia si è conclusa dopo questo focolaio, ma non per questo essa è meno memorabile o mortale.
  8. SARS. Probabilmente avete sentito parlare di SARS, soprattutto dopo che vi è stato un focolaio nel 2003. Ha interessato principalmente coloro che vivevano in Asia, ma si è diffuso anche in tutto il resto del mondo. Circa il 15% delle persone che hanno contratto questo virus muoiono e i loro sintomi possono comprendere diarrea e febbre alta.
  9. Crimea – Congo. Questo è un virus raro, ma ha un alto tasso di mortalità tra gli stessi contraenti. Si trasmette attraverso il morso di una  zecca e il caso più recente è stato segnalato in Turchia nel 2005. Il periodo di incubazione è di 1-3 giorni e la maggior parte delle persone iniziano da avvertire i sintomi tipici dell’influenza. Da lì cominciano poi emorragia, esperienza di confusione mentale, epistassi ed altri sintomi. Alcuni guariranno dopo 9-10 giorni, ma il 30% moriranno a causa di tali gravi sintomi.
  10. Febbre tifoide. La maggior parte delle persone che l’hanno contratto hanno la febbre alta e piccole eruzioni cutanee sul loro corpo con macchie rosa sparse su di esso.Purtroppo vi è un alto tasso di mortalità quelli che hanno contratto il virus che si diffonde attraverso i batteri che vengono portati dagli esseri umani nel loro sangue.
  11. Malaria. Trasmessa dalle zanzare, è causata da un parassita. I sintomi che la maggior parte delle persone sperimentano includono: sudorazione, affaticamento e febbre con brividi. Fortunatamente ci sono opzioni di trattamento per questo, ma non lo rende di certo meno fatale. In realtà ci sono 1 milione di persone che muoiono a causa della malaria ogni anno nel mondo.
Commenti