Fukushima, due anni dal disastro: la situazione adesso

Il Giappone oggi ricorda le vittime del disastro nucleare dell'11 marzo 2011, che provocò 15.880 morti e 2.694 dispersi.

di Daniela Caruso 11 marzo 2013 15:19

Il Giappone ha ricordato oggi le 19 mila vittime del terremoto e del relativo tsunami che colpì Fukushima l’11 marzo 2011. A seguito del movimento della terra e dell’onda anomala che si riverso sulla costa, si verificò un terribile incidente nucleare che, a distanza di due anni, provoca ancora danni, soprattutto alla salute dei cittadini e di chi lavora nei pressi del luogo colpito dalla catastrofe ambientale. Nella città di Tokio, l’imperatore Akihito, insieme al ministro Shinzo Abe, ha presenziato a una cerimonia alla quale hanno preso parte anche alcuni familiari delle vittime.

La commemorazione è iniziata alle ore 14.46 ora locale (le 6.46 ora italiana): è stato dedicato un minuto di silenzio in ricordo delle persone che hanno perso la vita quel tragico giorno, a causa del terremoto di magnitudo  9 e di un’onda anomala alta oltre 20 metri che distrussero il nord-est dell’arcipelago. Il numero ufficiale del disastro nucleare è di 15.880 morti e 2.694 dispersi. Ecco una gallery che mostra le immagini relative a questo giorno dedicato al ricordo:

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti