Freccia rossa, macchinisti ubriachi e stop al treno 

Il surreale episodio accaduto stamane alla stazione di Brescia

di fabiana 28 Aprile 2019 16:00

Macchinisti ubriachi sul Frecciarossa 9604 delle 5:17 in partenza da Brescia e diretto a Napoli: e il treno è stato soppresso.

A lanciare la segnalazione dei macchinisti ubriachi è stato il capotreno facendo intervenire la Polfer e la Polstrada le autorità hanno sottoposto al test dell’etilometro i macchinisti e in effetti i risultati sono stati quelli attesi. Uno dei due macchinisti è risultato positivo e il secondo ha chiesto l’intervento dei medici del 118. 

Intanto il treno stato soppresso e tutti i passeggeri sono stati trasferiti in treno alla stazione Milano Centrale per proseguire su un altro Frecciarossa diretto a Napoli. Le notizie sulla reale motivazione di cancellazione del treno sono trapelate solo successivamente alla soppressione del treno, ma ovviamente sono ancora in corso delle indagini della Polfer di Brescia per capire come sia potuta accadere un increscioso episodio del genere. 

Un incidente increscioso, come riferisce Trenitalia in una nota a seguito della cancellazione del treno confermano che la cancellazione stessa “è stata disposta da Trenitalia dopo aver accertato la non idoneità dell’equipaggio alla conduzione del treno” grazie ad uno “stringente e articolato sistema di controlli” anche “a sorpresa sui propri equipaggi”, che “si è rilevato pienamente efficace”.

Trenitalia ha anche chiarito che nessuno dei 67 passeggeri pronti a partire da Brescia sono stati fatti salire sul treno che è rimasto chiuso e inaccessibile per garantire la loro incolumità.

Trenitalia verificherà eventuali violazioni da parte dei macchinisti degli obblighi contrattuali e della deontologia professionale e si riserva di adottare tutti i provvedimenti del caso. 

Conclude in una nota l’azienda sottolineando anche sia la prima volta che si verifica un episodio del genere. 

photo credits | instagram

Commenti