Farmaci falsi, l’allerta dell’Aifa 

Allerta per quattro farmaci venduti anche in Italia, ma non conformi

di fabiana 13 Luglio 2019 8:00

Clexane, Neupro, Vimpat, Spiriva: sono questi i quattro farmaci falsi che potrebbero essere stati immessi sul mercato italiano come segnalato dall’Agenzia italiana del farmaco,

Si tratterebbe, secondo l’Aifa, di medicinali che potrebbero arrivare a forniture o fonti non autorizzate e sarebbero stati venduti senza i ‘bollini’ identificativi”. 

Praticamente potrebbe trattarsi di farmaci falsi o di illecita provenienza, pericolosi per la salute. 

Ma di quali medicinali si tratta esattamente?

Clexane è un anticoagulante, Neupro vene utilizzato per curare il morbo di Parkinson, Vimpat è usato per le crisi epilettiche, Spiriva viene utilizzato per il trattamento della Bpco, la broncopneumopatia cronica ostruttiva: farmaci che in Italia vengono considerati, come sottolinea l’Aifa, a rischio carenza. 

Si fatto potrebbero essere pericolosi perché le autorità inglesi hanno trovato delle scatole contraffatte e l’Aifa ha contemporaneamente invitato gli operatori a segnalare qualsiasi tipo di anomalia che potrebbe essere stata riscontrata con caratteristiche non conformi alle confezioni, ma anche ad acquisti di prodotti nella stessa lista. 

Al fine di evitare l’ingresso di medicinali contraffatti nella catena di fornitura legale e per consentire alle autorità competenti i dovuti controlli finalizzati a identificare eventuali confezioni sospette l’Aifa chiede a tutti gli operatori di verificare con particolare attenzione le confezioni di Neupro, Vimpat, Clexane e Spiriva, in quanto la fornitura di questi medicinali potrebbe aver avuto origine da fonti non autorizzate. 

Riporta il comunicato diramato da Federfarma e rivolto a tutti i farmacisti. L’anomalia più diffusa che è stata segnalata proprio dai farmacisti, consiste proprio nel fatto che i farmaci risultino privi di bollino ottico. 

Commenti