Don Seppia, un minorenne: “Facevo sesso con lui per cocaina”

di Flavio Li Volsi 20 Maggio 2011 11:05

Si arricchisce di nuovi dettagli la vicenda legata a Don Riccardo Seppia, il prete accusato di pedofilia. Un minorenne (17 anni) di origini slave ha detto: “Sì, ho avuto rapporti sessuali con don Riccardo in cambio di cocaina“. Il ragazzo sarà ascoltato a breve dagli inquirenti che stanno lavorando per gettare luce su questa storia. Intanto i carabinieri dei Nas di Milano hanno arrestato anche Emanuele Alfano, 41 anni, ex seminarista che a detta degli investigatori, condivideva minori con Don Riccardo Seppia.
L’uomo è stato fermato per il volere del pubblico ministero Stefano Puppo, in quanto stava per salire a bordo di una nave da crociera Msc la “Fantasia” per Marsiglia per lavorare come croupier. Emanuele Alfano viveva a Genova, in via Calda, la stessa strada dove si trova la chiesa di Santo Spirito, luogo di culto in cui officiava Don Riccardo Seppia. L’abitazione dell’uomo era stata oggetto di perquisizione nei giorni scorsi. Secondo le indagini il 41enne avrebbe pagato le prestazioni con i soldi e non con la droga.

Commenti