“Dio mi dice di allevare serpenti”: ucciso da uno di loro

Il reverendo Mack Randall Wolford, 44 anni, è morto nelle stesse circostanza in cui morì il padre quando lui era adolescente.

di Simona Vitale 30 Maggio 2012 17:50

Un reverendo pentecostale noto per aver predicato con l’aiuto di un serpente a sonagli arrotolato intorno al braccio, ha perso la vita quando una delle sue creature improvvisamente lo ha morso. Mack Randall Wolford, 44 anni, pastore presso la Full Gospel Apostolic House of the Lord Jesus in Matoaka, nel West Virginia, è stato ucciso ore dopo aver ricevuto il morso mortale domenica scorsa, mentre celebrava una messa all’aperto nel parco statale del Panther Wildlife Management Area alla quale aveva invitato anche numerosi familiari.

Il Bluefield Daily Telegraph ha riferito che Wolford era noto per seguire i dettami del Vangelo di Marco che recita: “Nel Mio nome scacceranno i demoni e prenderanno in mano i serpenti”, nella convinzione che anche se morso non gliene sarebbe derivato alcun male. Convinzione rivelatasi decisamente errata, tanto che durante la celebrazione della Messa, domenica, uno dei suoi rettili l’ha morso ed il male, prevedibilmente, è invece arrivato. Anche il padre del reverendo Wolford, anch’egli pastore dedito ai dettami del vangelo di Marco, è morto nello stesso modo quando lui aveva 15 anni.

L’impavido reverendo veniva seguito da un folto numero di religiosi nel suo tentativo di vivere a stretta vicinanza con i serpenti come prova della sua fede in Dio. Robin Vanover, sorella dell’uomo, ha spiegato che il fratello già in passato era stato morso dai serpenti, ma era riuscito a riprendersi senza necessità di un intervento medico. Ma stavolta non è andata così. L’uomo si è comunque reso conto che la situazione stava degenerando per la sua salute e prima di essere ricoverato in ospedale (sebbene troppo tardi) ha lasciato un messaggio su Facebook nel quale invitava i suoi seguaci a pregare per lui, convinto che solo la forza e l’amore di Dio lo avrebbe potuto salvare. Non è andata così. L’uomo, nonostante le preghiere di amici e parenti è morto proprio a causa di un suo “amico” rettile. Ecco un video testimoniante la dedizione del reverendo per i serpenti. Un amore davvero fatale.

“Dio mi dice di allevare serpenti”: ucciso da uno di loro
Commenti