Come non fare marketing su Twitter: Groupalia e il #Terremoto

Pronte sono poi arrivate le scuse, ma ormai l'indignazione del popolo del web era già alle stelle.

di Simona Vitale 29 Maggio 2012 11:34

Groupalia Italia, sito estremamente noto ai più per le sue eccezionali offerte e sconti nel settore dei viaggi, del benessere e della ristorazione, ha vergognosamente sfruttato il terremoto che qualche ora fa ha colpito ancora una volta il nord Italia, causando per il momento la morte di 8 persone, per porre in essere una vera e propria strategia di marketing.

Un messaggio promozionale pubblicato su Twitter, infatti, invita tutti coloro che hanno paura del sisma a mollare tutto e a fuggire a Santo Domingo, con chiaro riferimento pubblicitario alla stessa Groupalia, promotrice di viaggi a basso costo. Non sono mancati, prevedibilmente, i commenti critici nei confronti del tweet. Uno su tutti quello di Matteo Bianx, che ha messo in evidenza la vergogna di queste parole, a maggior ragione per il fatto che ci sono vittime e persone riversate strade in preda al terrore. Senza dimenticare anche le vittime del precedente terremoto dello scorso 20 maggio.

Ecco il tweet incriminato, che sta causando rabbia e sdegno tra gli internauti:

L’anomalo tweet, postato anche su Facebook dallo stesso Matteo Bianx, evidenzia come la tragedia sia sfociata in un vero e proprio sciacallaggio. Gli utenti in massa hanno commentato ovviamente disgustati la vicenda, definendola all’unanimità vergognosa. Di fronte alla reazione indignata del popolo del web, Gropalia ha prontamente rimosso il suo tweet scusandosi con tutti coloro che sono rimasti colpiti dalla mancanza di sensibilità della nota azienda, dichiarando di non aver voluto offendere nessuno:

Commenti