Come diventano le mani sott’acqua per 10 giorni? (VIDEO)

Tim Yarrow lo ha scoperto a sue spese stabilendo il record mondiale per il maggior numero di ore trascorse sott'acqua.

di Simona Vitale 26 aprile 2013 12:34

Avete mai notato come le nostre mani diventano rugose dopo aver trascorso alcuni minuti nella vasca da bagno o comunque nell’acqua? Provate a immaginare come potrebbero mai apparire dopo averle tenute per ben 10 giorni in acqua.

Tim Yarrow non ha bisogno di immaginarlo. Lo ha sperimentato nel novembre 2002, quando si è immerso in una piccola piscina situata in un centro commerciale del Sudafrica.

Tim ha stabilito il record mondiale per il maggior numero di ore trascorse sott’acqua, rimandovi per ben 240 ore, battendo il precedente record, 212 ore e 30 minuti, realizzato nel 1986 da Michael Stephens, della Gran Bretagna.

Yarrow aveva 30 anni quando si è lasciato cadere in acqua per una settimana e mezzo. Per stare sotto per tanto tempo, ha dovuto affrontare molte sfide tra cui niente quelle che a terra sono le normali funzioni del respirare, del mangiare e dell’espletare i proprio bisogni. Ha affrontato la questione cibo grazie una dieta povera di fibre attraverso un tubo, attaccato ad un catetere in modo da poter eliminare i rifiuti dal suo corpo. Un’attrezzatura subacquea gli ha permesso invece di mantenere l’ossigeno.

Il cambiamento più sorprendente del corpo dell’uomo è stato osservato nelle mani di Yarrow divenute delle vere e proprie salsicce rugose, un effetto che si verifica a causa del tessuto cutaneo eccessivo presente su mani e piedi, secondo il biologo Carin Bondar.

“La pelle sulle nostre mani e i nostri piedi tende a diventare grossolana. Abbiamo strati extra di pelle morta, perché le nostre mani e  i nostri piedi sono molto utilizzati“, ha dichiarato l’esperto.

Come diventano le mani sott’acqua per 10 giorni? (VIDEO)

L’ecologo britannico Ellie Harrison, ha detto che le cellule morte funzionano come una spugna.

La ragione per cui mani e piedi diventano così rugosi è perché la superficie della pelle è coperta di cellule di cheratina morte che assorbono l’acqua più velocemente di tutte le altre cellule” ha detto. “Perché sono associate alle cellule di cheratina vive presenti sotto, si gonfiano e finiscono per diventare rugose. Per loro non c’è altro posto dove andare”.

Un rapido tuffo nella vasca non rappresenta certo un problema, ma Harrison ha rivelato che 10 giorni potrebbero essere potenzialmente pericolosi.

Nonostante i rischi connessi al fatto che la pelle avrebbe potuto subire gravi e permanenti danni da decadimento, Yarrow non ha riportato gravi lesioni connessi alla sua impresa.

Oltre 300 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti