Berlino 2017, Orso d’Oro all’ungherese On body and soul

Il film di Ildikò Enyadi conquista la giuria. Orso d’Argento per un deluso Kaurismaki, Orso alla Carriera per Milena Canonero.

di fabiana 18 Febbraio 2017 21:00

È l’ungherese Ildikò Enyadi a conquistare la 67esima edizione della Berlinale con la pellicola In body and soul. 

Si deve accontentare del secondo premio più importante, l’Orso d’Argento per la regia il finlandese Aki Kaurismaki che avrebbe sperato nel premio più importante della competizione. 

Il regista è apparso vistosamente deluso per non essere riuscito a convincere la giuria: il suo film The Other Side of Hope, film sulla tragedia dei migranti (che arriverà nella sale italiane dal 6 aprile) era uno dei più schierati e impegnati da un punto di vista politico. Evidentemente non è stato sufficiente a convincere il presidente della giuria, il regista olandese Paul Verhoeven.

Il Premio Alfred Bauer viene assegnato ad Agnieszka Holland in concorso con Pokot, mentre il premio per la migliore Attrice viene conquistato dalla protagonista del film On the beach at night alone del regista coreano Hong Sang-soo e il rumeno Netzer conquista il premio come Miglior Contributo artistico ad Ana, Min Amour. In qualche modo moda la giuria ha voluto ridistribuire i premi fra i film considerati migliori, ma quest’anno, dopo la sorpresa del 2016 con la vittoria di Fuocoammare di Gianfranco Rosi non c’erano pellicole italiane in concorso, eccezion fatta per la presenza di Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino presentano però non in concorso, ma nella sezione Panorama Special.

A tenere alto l’onore dell’Italia è stato invece l’Orso alla Carriera annunciato qualche settimana fa e assegnato alla nostra Milena Canonero, storica costumista di Stanley Kubrick, che nel corso della sua carriera ha conquistato ben 4 premi Oscar. 

photo credits | Instagram

Commenti