Azzolina su Pasquale Vespa dopo la revoca dell’incarico: “Grazie al Ministro Bianchi”

L'ex Ministro all'Istruzione ringrazia Bianchi: "Scelta giusta"

di Maria Barison 28 Marzo 2021 0:11

Le opinioni di Lucia Azzolina su Pasquale Vespa, in questi giorni, sono state al centro del dibattito politico in termini di Ministero dell’Istruzione. L’ex Ministro, infatti, non aveva accolto con favore la nomina di Vespa a sottosegretario di Rossano Sasso, segretario Lega all’Istruzione. Sulla notizia aveva commentato attraverso i canali social:

Apprendo che il sottosegretario Rossano Sasso ha un nuovo collaboratore al Ministero dell’Istruzione. Si chiama Pasquale Vespa: è un docente imputato in un procedimento penale per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi.

Pasquale Vespa ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita ad insultarmi pubblicamente, fomentare aggressioni verbali e allusioni sessuali. Minacciarmi di morte.

Un cyberbullo, a tutti gli effetti.

Ha provato a nascondere i contenuti rimuovendoli dalle proprie pagine, questo non gli ha impedito di essere imputato in un processo che inizierà a breve.

Accuse pesanti che non sono passate inosservate al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che ha prontamente revocato l’incarico a Pasquale Vespa. Lucia Azzolina, nei suoi racconti, riporta che Vespa si sarebbe comportato da cyberbullo per tutta la durata del suo mandato al MIUR. Appresa la notizia della revoca l’ex Ministro ha risposto sui social:

Il ministro Bianchi ha deciso di revocare l’incarico a Pasquale Vespa. Lo ringrazio, ha fatto la cosa giusta.

Permettere al sottosegretario Sasso, con delega al cyberbullismo, di assumere al Ministero dell’Istruzione la persona che mi ha minacciato per anni – e che per questo è a processo – sarebbe stato un segnale terribile per la stessa comunità scolastica.

Non è solo con le norme ma anche con gli esempi e i comportamenti che si può aiutare la scuola a formare i giovani nel rispetto e nella tolleranza.

In queste ore ho ricevuto affetto e solidarietà da tutto il M5S, ma anche da Pd e Leu, che ringrazio. Dispiace invece che il sottosegretario Sasso non abbia compreso la gravità della cosa e si ostini a difendere l’indifendibile.

Ancora, le parole di Lucia Azzolina su Pasquale Vespa erano comparse sulle pagine del Fatto Quotidiano:

Non l’ho mai conosciuto, né mai ci siamo scambiati messaggi. Ma sui social per anni ha condotto una guerra contro di me con post sessisti e minacce, da cui poi scaturivano commenti volgari e di cattivo gusto. I peggiori istinti umani. Poi c’è stato quel video… è stato davvero brutto. Ha contribuito a far sì che fossi messa sotto scorta.

La posizione di Lucia Azzolina su Pasquale Vespa è dunque stata accolta dal Ministero.

Commenti