INPS, intesa sul nuovo presidente Pasquale Tridico

Tridico, super consulente dei Cinquestelle per il reddito di cittadinanza alla presidenza dell'Istituto.

di fabiana 20 febbraio 2019 10:00

Pasquale Tridico potrebbe essere il nuovo presidente dell’Inps. Il nome dell’economista è il frutto dell’intesa politica emersa nel corso del vertice che si è tenuto martedì pomeriggio a Palazzo Chigi come anticipa Il Sole 24 Ore.

Il nome di Tridico, il super consulente di Di Maio per il reddito di cittadinanza, arriva dalle fila dei Cinqustelle: 44 anni, docente all’Università di Roma Tre, Tridico è sempre stato il candidato del M5S in vista del cambio di presidenza dall’Inps. 

Accanto a Tridico, nome del Movimento5Stelle si sarebbe però la presenza di un vicepresidente indicato dalla Lega. Si parla del supertecnico Mauro Nori, già ex direttore generale dell’Istituto, 57 anni che ha invece collaborato alla stesura della “quota 100” e degli altri provvedimenti pensionistici. Ma l’Inps non prevede la figura di vicepresidente, ma di un presidente che lavora con un Consiglio d’amministrazione a cinque. Si potrebbe pensare a una modifica per introdurre un vicepresidente con precise deleghe, ma a complicare la vicenda ci sarebbe il no di Nori che non sarebbe intenzionato ad accettare l’incarico considerando anche che al momento Nori lavora in Corte dei conti come consigliere della sezione di controllo della Toscana.  La Lega pertanto sarebbe costretta a cercare un altro nome. È chiaro che fino a questo momento la Lega non aveva mai avallato l’ipotesi Tridico alla presidenza dell’INPS, ma l’intesa è arriva dopo la soluzione legata alla vicenda Diciotti, con la votazione online sulla piattaforma Rousseau e soprattutto con il deciso impegno di Di Maio per un voto contrario all’autorizzazione a procedere nei confronti del Ministro dell’Interno.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti