Astronomia, l’eclissi di Luna e la notte dei pianeti giganti

Appuntamento con l'eclissi di Luna del 16 luglio e la notte dei pianeti giganti, Giove e Saturno, il 12 e il 13 luglio

di fabiana 8 Luglio 2019 9:00

Sta per arrivare la ‘notti dei pianeti giganti’: occhi puntati verso il cielo soprattutto nelle notti del 12 e del 13 luglio per poter osservare i due pianeti più grandi del nostro sistema, Giove e Saturno come ricorda la Uai. 

È sufficiente avere a disposizione un buon telescopio per poter osservare Plutone nelle condizioni migliori che visto che sarà all’opposizione il 14 luglio. 

Saturno darà spettacolo il 9 luglio, giungendo all’opposizione e offrendo la possibilità di mostrarsi alla massima visibilità per tutta la notte con la massima luminosità e la minima distanza dalla Terra, di 1 miliardo e 351 milioni di chilometri. E con un buon telescopio sarà possibile osservare i bellissimi anelli che lo circondano. 

Ma gli appuntamenti del mese di luglio non sono pochi: a cominciare dal solstizio d’estate le notti cominciano ad allungarsi, ma dal 1 31 luglio la durata del giorno diventerà più breve di circa 44 minuti. La Terra, tra il 4 e il 5 luglio ha già raggiunto l’afelio, il punto di massima distanza dalla stella, pari a oltre 152 milioni di chilometri, in attesa di uno degli appuntamenti più attesi del mese, l’eclissi parziale di Luna che sarà ben visibile anche dall’Italia la sera del 16 luglio. 

Una data memorabile che coincide con il 50esimo anniversario dal lancio della missione Apollo 11. 

L’eclissi parziale di Luna consiste in un oscuramento parziale e sarà visibile in tutta Italia: la parte di luna oscurata dal cono d’ombra della Terra sarà per circa 2/3. Si comincia alle 18.42 e sarà più visibile tra le 20 e le 21 raggiungendo il picco tra le 22 e le 22.30 e sarà visibile a occhio nudo senza l’ausilio di un binocolo. 

Commenti