Apple vieta un gioco cinese:”indelicato e crudele verso i diritti umani”

di Vincenzo Avagnale 18 Settembre 2011 9:14

La Apple vieta il gioco “phone story” diffuso da Pechino in tutta la Cina perchè nel gioco c’è una sezione suicidi dedicata a Faxconn, una società di cui 14 dipendenti si sono suicidati in seguito alla crisi economica.

Il gioco è stato sviluppato dalla Italiana Molleindustria e comprende effettivamente una sezione “suicidi” ed in effetti nel gioco è prevista la possibilità di gestire degli infermieri che con delle barelle tentano di salvare i dipendenti che tentano di suicidarsi. La cosa ha suscitato tanto scandalo ed acredine perchè chiaramente ispirata alle vicende dell’azienda Faxconn, che recentemente ha assistito al suicidio di 14 dipendenti (molti sostengono a causa della crudeltà dei vertici dell’azienda o quantomeno della loro indifferenza), i quali avevano perso il lavoro e quindi sommersi dai debiti non hanno saputo trovare alternative.

Secondo i suoi creatori il gioco ha lo scopo di generare una visione critica nei confronti di certi avvenimenti e quindi comprendere le problematiche legate al suicidio. Non dello stesso parere Apple, che ha giudicato “violente e crudeli” le possibilità offerte dal gioco, che è stato escluso dai mercati ed è ormai scaricabile solo da pochi siti sul web.

Commenti