Abiti ed accessori in pelle: come abbinarli

Cosa dobbiamo sapere per approcciare il tema degli abiti ed accessori in pelle

di Maria Barison 30 Luglio 2022 10:00

La pelle è un tessuto che negli anni è stato sempre protagonista delle passerelle, utilizzato e plasmato dagli stilisti per dar sfogo alla loro creatività. Infatti, se in antichità le persone utilizzavano la pelle per proteggersi dalle intemperie, ad oggi non è più così, e questo materiale viene impiegato principalmente per fini estetici. Indossare un capo o un accessorio in pelle, attualmente, significa coniugare alta qualità e pregio.

Abbigliamento in pelle

Le ultime tendenze vedono la pelle protagonista non solo degli accessori ma anche dei vestiti. Ad esempio, le iconiche giacche, conosciute anche come “chiodi”, continuano ad essere amate dalle star e dalla gente comune e vengono proposte in diversi colori e modelli. Si passa da quelli classici neri e marroni, lunghi fino al punto vita, alle giacche lunghe in molteplici colori dal fascino retrò. Parlando di abbigliamento in pelle, però, non si possono non nominare i pantaloni in pelle, portati nuovamente alla ribalta dalle band pop-rock, aderenti oppure svasati sulla caviglia, dal fascino unisex. Moderne ma con un’anima vintage, invece, le gonne ampie di ispirazione anni ’80, nei colori beige, bordeaux, rosa cipria. Altrettanto sensuali i tubini in pelle, rigorosamente senza spalline, che fasciano le forme con eleganza.

Quale tipologia di pelle è la migliore?

Esistono diversi tipi di pelle per la realizzazione di capi d’abbigliamento, borse ed altri tipi di accessori. Ma quale tipologia è la migliore? A questa domanda non è possibile dare una risposta univoca, perché dipende da diversi fattori. Per prima cosa, bisogna considerare la tipologia di utilizzo, poiché nessuna pelle è la migliore in assoluto ma alcune sono più adatte per alcune creazioni invece che altre. Ad esempio, per  le borse, gli accessori (come portacarte, portafogli, cinture ecc.) in genere si impiega la pelle di vitello o di agnello. Per le calzature, invece, si opta di solito per le pelli ovine o di vitello, di qualità inferiore rispetto a quella utilizzata per gli accessori ma più resistente all’usura e alle intemperie. Per realizzare i capi d’abbigliamento, o i guanti, si utilizzano le pelli ovine o caprine che in genere sono più leggere e flessibili. Per le cinture, invece, spesso viene utilizzato il cuoio, un tipo di pelle bovina molto spessa e resistente. Il cuoio, inoltre, si impiega per le rilegature, le valigie e le suole delle scarpe.

Come abbinare gli accessori in pelle

In genere quando si pensa alla pelle si pensa quasi sempre agli abiti, ad esempio una giacca, magari accompagnata da borchie, alle gonne, oppure ancora ai pantaloni attillati. Tuttavia, questo materiale pregiato viene utilizzato anche per creare splendidi accessori, come ad esempio scarpe, borse, cinture, cinturini, portafogli etc. Anch’essi, così come gli abiti, devono essere abbinati e, diversamente da come si potrebbe pensare, non è facile farlo, specie se si indossa qualche indumento in pelle. Ad esempio, è sconsigliabile indossare due capi formati con pelli diverse, oppure, due capi in pelle dai colori diversi. Infine, se si ha intenzione di indossare un abito in pelle, è consigliabile non esagerare con gli accessori.

Commenti