I 5 peggiori serial killer di sempre

Hanno ucciso e torturato decine e decine di persone. Scopriamo insieme chi sono.

di Simona Vitale 4 aprile 2014 15:18

Un serial killer è definito come una persona che uccide tre o più persone nell’arco di un lungo periodo di tempo. Essi sono di solito di sesso maschile e in possesso di una “maschera di sanità mentale”, il che significa che in superficie, sembrano essere normali cittadini rispettosi della legge, con un decoroso contegno. Tuttavia, sotto la normale facciata perbenista, si nascondono dei serial killer sociopatici che non hanno la capacità di entrare in empatia con la sofferenza delle loro vittime. 

Continuate a leggere per conoscere alcuni dei più spaventosi serial killer mai catturati.

Un serial killer è definito come uno che uccide tre o più persone per un lungo periodo di tempo. Essi sono di solito di sesso maschile e in possesso di una “maschera di sanità mentale”, il che significa che in superficie, sembrano essere normali cittadini rispettosi della legge, con una piacevole contegno. Tuttavia, sotto la sua facciata serial killer sono sociopatici che non hanno la capacità di entrare in empatia con la sofferenza delle loro vittime. Continuate a leggere per conoscere dieci dei più spaventosi serial killer mai conosciuti.

John Wayne Gacy

KILLER PAGLIACCIO

John Wayne Gacy , noto anche come “The Killer Clown,” era un marito e padre, ma era anche un sex offender ripetuto che ha ucciso innumerevoli persone durante la sua vita. L’uomo ha catturato e aggredito sessualmente due ragazzi adolescenti nel 1968 e condannato a 10 anni di carcere, ma a causa del suo comportamento esemplare come detenuto è stato rilasciato in libertà vigilata dopo aver scontato solo 18 mesi. Quando è stato liberato dalla prigione, Gacy brevemente si è risposato (sua moglie ha voluto divorziare quando ha scoperto che era segretamente gay) e divenne un membro popolare e gioviale della società. Gli piaceva vestirsi come “Pogo il Clown” e fare volontariato alle feste per bambini, sfilate, e altri incontri della comunità. Era un uomo d’affari rispettato e ben voluto dai suoi vicini. Durante i sei anni tra il momento in cui è uscito di prigione e quando fu finalmente arrestato di nuovo per sospetto di rapimento, Gacy ha assassinato 33 giovani uomini. Nascose la maggior parte dei corpi nel vespaio della sua casa, nel suo giardino, e più tardi (quando ha iniziato ad essere a corto di spazio), li ha scaricati in un fiume vicino. Avrebbe attirare autostoppisti, prostituti, e altri giovani uomini e ragazzi in macchina o presso la sua casa, per poi compiere torture, stupri, e infine ucciderli. Dopo che è stato arrestato e la polizia ha trovato le ossa nella sua cantina, Gacy ha rilasciato una piena confessione ed è stato giustiziato nel 1994.

2. Jeffrey Dahmer

a97961_jeffrey-dahmer

Jeffrey Dahmer è uno dei più spaventosi serial killer nella storia degli Stati Uniti. Nel corso di tredici anni, Dahmer ha ucciso 17 uomini e ragazzi; peggio ancora, i suoi omicidi comprendono stupri, smembramenti, necrofilia e cannibalismo. Nonostante il fatto che molte delle vittime di Dahmer siano riusciti a fuggire, lui non è stato catturato fino a quando una vittima ha corso in strada e ha fermato un’auto della polizia. Una volta all’interno del suo appartamento, la polizia ha fatto una serie di scoperte inquietanti; Dahmer aveva cercato di creare una “insensata schiava del sesso” e aveva forato i crani delle sue vittime ancora vive. Quando le vittime erano poi morte, Dahmer avrrebbe compiuto atti grottesche sui corpi, tra cui violenza sessuale e, in alcuni casi, avrebbe anche mangiato dei pezzi del loro corpo. Dahmer fu poi arrestato e il 28 novembre 1994 è stato picchiato a morte da un uomo detenuto presso il Columbia Correctional Institution, dove era stato incarcerato.

3.Ted Bundy

Ted Bundy

Ted Bundy era un bel ragazzo, e sembrava molto gentile e carismatico. Tuttavia, dietro il suo bel viso si nascondeva la mente contorta di un serial killer, e tra gli anni del 1974 e del 1978 Bundy rapito e ucciso 30 giovani donne negli Stati Uniti Quelli erano solo le donne che conosciamo; esperti concordano sul fatto che avrebbe potuto essere responsabile fino a quaranta sparizioni e omicidi a cui egli non ha confessato. Per attirare nelle sue vittime, Bundy sarebbe spesso finta di essere disabilitato o porrebbe come una figura autoritaria. Altre volte, si sarebbero semplicemente irrompere nella casa della sua vittima e li bludgeon a morte mentre dormivano. Dopo averli uccisi, avrebbe stupri, torture, e li smembrare, spesso mantenendo souvenir (come la testa) nei suoi appartamenti per mesi alla volta. Dopo un inseguimento della polizia emozionante, Bundy è stato finalmente arrestato e portato allagiustizia nel 1979 e fu ucciso . sulla sedia elettrica nel gennaio 1989, in Starke, Florida

4. Henry Lee Lucas

henry lucas

Una volta indicato come il serial killer più prolifico d’America, Henry Lee Lucas ha ucciso almeno 350 persone nel corso di 20 anni, anche se ha confessato che è stato coinvolto in un massimo di 600 omicidi. Lucas ha rappresentato l’ ispirazione per il film Henry, Ritratto di un serial killerDopo aver ucciso la propria madre, Lucas ha trascorso 10 anni in carcere, ma poi è stato rilasciato a causa del sovraffollamento. Una volta uscito, è diventato un vagabondo negli Stati del sud degli Stati Uniti, facendo amicizia con Ottis Toole, un uomo che sarebbe diventato il suo complice in oltre 108 omicidi e altri reati. Nel 2001, Lucas è morto in carcere per cause naturali all’età di 66 anni.

5. Aileen Wuornos

a97961_wuornos

Uno dei pochi serial killer femminili, Aileen Wuornos era una prostituta che ha ucciso almeno sette uomini tra il 1989 e il 1990. L’attrice Charlize Theron ha vinto un Academy Award come Migliore Attrice per la sua interpretazione della Wuornos nel film Monster. La Wuornos ha vissuto una vita di abusi e di abbandono, avendo un bambino all’età di 15 anni (che è stato dato poi in adozione ) ed ha avuto un incestuoso rapporto con il fratello. È stata brevemente sposata e il tempo trascorso in carcere per rapine e piccoli assalti. Alla fine lei si innamorò di una donna ed entrambe si sono date alla prostituzione. Durante i suoi anni di prostituzione Wuornos ha sparato e ucciso sette uomini che lei sosteneva stavano cercando di farle del male durante le loro sessioni di sesso. Wuornos fu arrestata nel 1991 e confessò gli omicidi tre giorni dopo. Venne uccisa con un’iniezione letale nel 2002.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti