Dita in un barattolo per trent’anni, serial killer? No, falegname smemorato!

di Vincenzo Avagnale 22 Settembre 2011 19:14

Nella periferia di Parigi un giovane studente francese gioca nel giardino di casa mentre il padre legge il giornale sulla veranda. Tutto a posto finché il ragazzino non chiede al padre perchè ci sono delle dita umane in un barattolo che ha trovato sepolto!

Questa storia macabra ed inquietante è successa davvero in una tranquilla cittadina francese. Il bambino aveva in effetti solo sette anni e per questo non ha subito riconosciuto i resti umani conservati nel barattolo; figuratevi l’orrore provato dal padre quando ha visto in mano al suo figlioletto inzaccherato di fango un barattolo con ben quattro dita quasi perfettamente conservate! L’uomo ha prontamente chiamato la gendarmeria (la polizia francese) che ha immediatamente iniziato le indagini supponendo che qualche pazzo fosse all’origine della macabra scoperta.

Un serial-killer? Tutto lo faceva pensare. Sebbene in europa questi ritrovamenti siano più rari è una situazione frequente nelle indagini di questo tipo ritrovare le vittime di questi assassini psicopatici in fosse comuni o perfino nelle mura di case, sotto il garage ed in altri posti insospettabili; spesso dopo che se ne sono andati da parecchio tempo. “I primi ad essere sospettati in questi casi sono gli stessi proprietari della casa, i vicini e perfino i vecchi proprietari delle case. Se non fosse stato per questo non saremo mai arrivati al falegname” ha spiegato l’incaricato delle indagini citando i manuali dell’FBI americana, massima autorità in questo campo.

Alla fine la scoperta di una verità altrettanto brutta, ma decisamente meno macabra del previsto. Le dita appartengono ad un falegname, cioè sono proprio le sue! Niente di più di un brutto incidente sul lavoro di trent’anni fa’, che ha troncato quattro dita allo sventurato falegname, l’ex proprietario della casa, il quale nella speranza di farsele riattaccare le mise nel barattolo e lo appoggiò a terra in giardino. Si allontanò per chiamare soccorsi e sbadatamente non riuscì a ritrovarlo una volta tornato! In seguito con la pioggia il barattolo è stato sommerso dal fango ed è rimasto li, a pochi centimetri dalla superficie. La polizia restituirà il barattolo allo smemorato che lavora “col-legno” non appena questi tornerà da una breve vacanza che lo ha fatto viaggiare fuori dalla Francia.

Commenti