5 paradossi che ti sorprenderanno totalmente

Da quello dell'uovo e della gallina a quello di Teseo passando per quello di Pinocchio. Scopriamo insieme quelli decisamente più complicati e misteriosi.

di Simona Vitale 10 Dicembre 2013 9:00

Un paradosso è una dichiarazione che si contraddice apparentemente, eppure potrebbe essere vero. La maggior parte dei paradossi logici sono noti per essere argomenti validi, ma sono ancora preziosi nel promuovere il pensiero critico.

Continuate a leggere per scoprire alcuni paradossi che vi stupiranno totalmente come ci suggerisce Oddee.com.

1. Paradosso di Teseo: dopo aver sostituito tutte le parti di una nave, è ancora la stessa nave?

La nave di Teseo è un paradosso che solleva la questione se un oggetto che sostituisce le sue componenti rimane fondamentalmente lo stesso oggetto. Il paradosso è stato discusso dai filosofi antichi e, più recentemente, da Thomas Hobbes e John LockeAlcuni dicono, “E’ rimasto lo stesso”, mentre alcuni dicono “Non è rimasto lo stesso”Sulla base di questa teoria, si è concluso che il corpo che stiamo vedendo nello specchio è completamente diverso da quello visto negli ultimi sette o più anni poiché le cellule umane si rigenerano circa ogni sette anni. 

2. Il paradosso del risparmio: se ognuno cerca di salvarsi durante una recessione, la domanda aggregata cadrà e il risparmio totale della popolazione sarà più basso

Il paradosso della parsimonia, o paradosso del risparmio, afferma che se ognuno cerca di risparmiare più soldi durante i periodi di recessione economica, la domanda aggregata cadrà e, a sua volta, saranno inferiori del risparmio totale nella popolazione a causa del calo dei consumi e della crescita economica. Il paradosso è, strettamente parlando, che i risparmi complessivi potrebbero cadere anche quando i singoli risparmi tentano di salire, e, in generale, che un aumento del risparmio può essere dannoso per l’economia, perché mentre la parsimonia individuale è generalmente affermata come essere buona per l’economia, il paradosso della parsimonia sostiene che il risparmio collettivo può essere un male per l’economia. Ipoteticamente, se tutte le persone salvano i loro soldi, i risparmi saliranno, ma si ritiene che lo status macroeconomico cadrà.

3. Il paradosso del compleanno

Il paradosso compleanno riguarda la probabilità che, in un insieme di persone scelte a caso, due di esse festeggeranno il compleanno nello stesso giorno. Con il principio dei cassetti, la probabilità raggiunge il 100% quando il numero di persone raggiunge il numero 367 (dato che ci sono 366 possibili compleanni, di cui uno il 29 febbraio). Tuttavia, una probabilità del 99% è raggiunta con solo 57 persone, e una probabilità del 50%, con 23 persone. 

4. Il paradosso dell’uovo e della gallina

Il paradosso dell’uovo e della gallina è conosciuto anche con la domanda: “Chi è venuto prima? L’uovo o la gallina?” Per i filosofi antichi, la domanda evocava anche la questione di come avesse avuto origine la vita e l’universo in generale. Si può considerare che in questo approccio è la natura la parte più fondamentale della questione. Secondo alcuni la gallina è venuta prima, visto che le galline sono semplicemente polli rossi addomesticati. Tuttavia, la vista metaforica imposta un fondamento metafisico al dilemma. Per capire meglio il suo significato metaforico, la domanda potrebbe essere riformulata come: “Chi è venuto in primo luogo, X che non può venire senza Y o Y che non può venire senza X?” Quando la Terra è stata creata molti anni fa, il pollo è stato creato. Poi è stato fatto l’uovo. Se l’uovo è venuto prima, e si è schiuso, che era lì per scaldarlo e dargli da mangiare una volta divenuto un pulcino?

5. Il paradosso di Pinocchio

Il paradosso Pinocchio nasce quando Pinocchio dice: “Il mio naso crescerà ora“, ed è una versione del paradosso del mentitore. Il paradosso del mentitore è definito in filosofia e logica, come l’affermazione “Questa frase è falsa“. Qualsiasi tentativo di assegnare un classico binario di valore di verità a questa affermazione porta ad una contraddizione o al paradosso. Ciò si verifica perché se l’affermazione “Questa frase è falsa” è vera, allora è falso, ciò significa che è tecnicamente vero, ma anche che è falso, e così via senza fine. Sebbene il paradosso di Pinocchio appartiene alla tradizione dei paradossi dei bugiardi, è un caso speciale perché non ha predicati semantici, come “La mia frase è falsa” fa, per esempio. Il paradosso di Pinocchio non ha nulla a che fare con il fatto che Pinocchio sia un bugiardo conosciuto. Se Pinocchio dovesse dire: “Io sto male”, questo potrebbe essere vero o falso, ma la frase di Pinocchio “Il mio naso crescerà ora” può non essere né vera né falsa, quindi questa e solo questa frase crea il paradosso Pinocchio (bugiardo).

Commenti