USA, giustiziato dopo essere stato condannato a morte due volte

L'uomo è la diciottesima persona negli USA ad essere giustiziata quest'anno e la terza in Oklahoma.

di Elena Arrisico 3 maggio 2012 13:06

Michael B. Selsor – un uomo di 57 anni – è stato giustiziato in Oklahoma, 37 anni dopo l’omicidio per il quale fu condannato a morte due volte.

In Oklahoma, infatti, la legge sulla pena capitale venne dichiarata incostituzionale dalla Corte Suprema USA nel 1976, tramutando così la pena di morte di Selsor in ergastolo. L’uomo era, infatti, stato condannato a morte nel 1975 per l’omicidio del gestore di un supermercato a Tulsa.
La Corte d’Appello dello Stato decise, dunque, che gli ex condannati a morte non sarebbero stati giustiziati, ma l’anno successivo – nel 1977 – la pena capitale venne ripristinata e Selsor – a seguito di un nuovo processo, voluto dallo stesso Selsor, nel 1998 – venne ritenuto nuovamente colpevole della morte del dipendente del negozio di Tulsa, che l’uomo aveva rapinato nel settembre del 1975.

Michael B. Selsor è stato ucciso ieri con un’iniezione letale, diventando così la diciottesima persona negli USA ad essere giustiziata dall’inizio del 2012, nonché la terza in Oklahoma.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti