Leonardo.it
IsayBlog

Imparare a suonare il pianoforte? Anche mentre si dorme è possibile

Migliorare le proprie capacità durante il sonno potrebbe essere possibile, secondo quanto scoperto da un team di ricercatori americani.

di Elena Arrisico 25 giugno 2012 12:12
Pianoforte

Alcuni ricercatori statunitensi hanno pubblicato, su Nature Neuroscience, i risultati di una ricerca che evidenzia come ascoltare della musica durante il sonno possa aiutare le persone ad imparare a suonare. Pare, infatti, che la musica ascoltata durante il sonno possa rafforzare le abilità di suonare di una persona. I risultati della ricerca, ovviamente, non stanno a significare che, dopo una notte passata ad ascoltare Beethoven, saremo automaticamente capaci di suonare una sua sonata al nostro risveglio ma, semplicemente, che una capacità già esistente può essere affinata.

La ricerca è stata condotta – fra gli altri – da Ken Paller della Northwestern University di Evanston, in Illinois. Degli studi precedenti del team di Paller avevano rivelato che i suoni e gli odori percepiti durante il sonno possono contribuire a migliorare la memoria di una persona. Il nuovo studio estende i risultati dei precedenti studi, mostrando come anche una capacità già esistente – in questo caso, suonare – può essere influenzata durante il sonno, sebbene questo tipo di esperimenti siano appena iniziati.

All’esperimento hanno preso parte 16 volontari, ai quali sono state poste due diverse melodie da imparare con l’uso della mano sinistra. L’esperimento è avvenuto in modo simile a come funziona Guitar Hero: i partecipanti dovevano premere dei tasti che veniva detto loro di premere. Dopo aver imparato le melodie, i volontari sono stati accompagnati a dormire per 90 minuti. Durante il sonno, è stata fatta loro ascoltare una delle due melodie imparate. Dopo aver dormito, i 16 volontari hanno mostrato subito dei miglioramenti nel suonare entrambi i brani, ma la scoperta sensazionale è stata un’altra: i partecipanti hanno suonato meglio la canzone che avevano ascoltato, inconsapevolmente, durante il sonno. La scoperta potrebbe, dunque, portare alla conclusione che le abilità musicali – così come quelle atletiche, o come gli altri talenti che normalmente richiedono molta pratica – possono essere migliorate ed affinate anche durante il sonno.

39 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti