Allarme squali in Australia, chiuse le spiagge

Un giovane surfista di 20 anni è stato letteralmente divorato da un gigantesco squalo bianco, inducendo le autorità locali a prendere la drastica decisione.

di Simona Vitale 15 luglio 2012 11:28

L’Australia sta vivendo una sorta di vera e propria psicosi per gli squali. Ieri, infatti, al largo dell’isola di Wedge, a 160 Km a nord della città di Perth, uno squalo bianco ha attaccato ed ucciso un surfista di soli 20 anni. Lo squalo ha attaccato con estrema ferocia il giovanissimo ragazzo, troncando il suo corpo in due parti con un sol corpo, per poi mangiarlo. E purtroppo non siamo nella celebre saga di film sui giganti del mare cominciata da Steven Spielberg, ma nella più triste delle realtà.

Il cruento episodio ha indotto le autorità locali a chiudere tutte le spiagge della costa, mentre numerose sono le polemiche relative alla considerazione del  pericoloso squalo bianco che rischia l’estinzione, essendo inserito nella lista degli animali protetti.

Chi ha assistito alla terribile scena, parla di shock e brutalità. I racconti dei testimoni parlano di sangue dappertutto e di un enorme squalo che girava intorno ad un mezzo tronco del povero ragazzo malcapitato. Un altro uomo, invece, insieme al surfista morto a 40 metri dalla riva, è invece riuscito a salvarsi e a raggiungere prontamente la spiaggia. Si cercano ora i resti del giovane surfista, ma è probabile che, invece, il suo corpo sia stato completamente divorato dall’enorme squalo.

Oltre 200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti