7 brillanti invenzioni che non sono mai state finanziate

Avrebbero forse potuto cambiare il mondo e la vita di molti, ma probabilmente non accadrà mai. Scopriamo di quali invenzioni si tratta.

di Simona Vitale 5 settembre 2013 16:58

Non è difficile essere d’accordo sul fatto che certe invenzioni hanno cambiato il nostro mondo in maniera irreversibile. Basta pensare al telefono, all’automobile, al computer. Potremmo continuare a lungo. Che dire delle invenzioni che avrebbero potuto probabilmente cambiare il mondo, ma non hanno ricevuto finanziamenti? Alcune avrebbero potuto davvero cambiare le diverse aree della nostra vita.

Vediamo dunque alcune strane invenzioni di cui (almeno per ora) non usufruiremo perché senza finanziamenti.

  1. Energia senza fili di Tesla. Il brillante piano dell’inventore consisteva in un dispositivo che potrebbe trasferire energia su grandi distanze – compresa l’energia elettrica – senza cavi o fili. Ha iniziato a lavorare su questo progetto con l’aiuto di alcuni sostenitori facoltosi. Cioè fino a quando hanno visto che poteva funzionare, ma si necessitava di ulteriori e maggiori finanziamenti. Tesla non fu capace di trovare finanziamenti alternativi e il suo piano è morto con lui.
  2. L’automobile alimentata ad acqua. Sviluppata dal carismatico genio eccentrico di Stan Meyer, questi ha sviluppato la sua idea senza tener conto del fatto che l’industria automobilistica si è mostrata molto contraria all’idea di dover passare a vetture alimentate ad acqua. Per non parlare di come le aziende produttrici di benzina avvertivano più che negativamente l’idea di non essere più un settore di vitale importanza. In ultima analisi, Meyer non solo non ha mai avuto finanziato alcuno, ma è morto anche in circostanze alquanto misteriose.
  3. Un fascio che cura il cancro. Un dispositivo che spara un fascio che cura il cancro? Questo è esattamente ciò che Royal Rife ha affermato di aver inventato e ha avuto a sua disposizione numerose persone per testarlo. Rife purtroppo però non solo non riuscì a trovare i finanziamenti per produrre i suoi dispositivi, ma è stato anche trascinato in tribunale da parte della FDA, che lo ha costretto a interrompere il suo importante lavoro.
  4. Fusione fredda. La maggior parte dell’energia viene prodotta attraverso macchine e processi che operano una “fusione calda”. Questo è pericoloso e talvolta imprevedibile. Due scienziati, Martin Fleischmann e Stanley Pons, sostengono di aver sviluppato un processo sicuro di “fusione fredda”, che potrebbe cambiare il modo in cui il mondo guarda all’energia. Avete indovinato il problema: nessun finanziamento per il progetto e una campagna di disinformazione nel corso degli ultimi venti anni. Martin e Stanley sono addirittura fuggiti dall’America nella speranza di essere in grado di ottenere finanziamenti in Europa. Ma niente da fare.
  5. Multi Wave Oscillator. Una terapia elettrica per migliorare la salute? Non suona altrettanto folle ora, come quando lo ha fatto Georges Lakhovsky tra il 1920 e il1930. L’amico di Tesla è stato tagliato fuori da ogni finanziamento a causa delle sue idee sulla terapia elettrica e e la sua macchina oscillante. Considerando che il suo lavoro sulla dieta e sulla nutrizione è molto apprezzato negli ambienti medici, questo è stato un fallimento ancora più deludente per lo scienziato.
  6.  Dispositivo anti-gravità di Brown. Thomas Townsend Brown ha trascorso il decennio tra il 1950 e 1960 a sviluppare una macchina che sembrava poter replicare un UFO. Stava avendo un grande successo su piccola scala, ma gli esperimenti più grandi richiedevano più soldi – soldi che nessuno era disposto a spendere per perseguire questa affascinante, sebbene possibile, tecnologia. È interessante notare che i suoi esperimenti successivi sono ancora eseguiti su piccola scala in piccoli negozi di lavoro privati ​​in tutto il mondo.
  7. Le macchine a moto perpetuo di Schauberger. Viktor Schauberger ha inventato molti dispositivi e macchine strane e insolite, ma quelle di cui ancora oggi si parla sono le cosiddette “macchine a moto perpetuo”. Viktor ha sostenuto che esse potevano mobilitare le energie naturali della Terra e voleva usarle per produrre una sorta di energia illimitata. Non riuscì però a trovare un finanziatore serio per il suo progetto e alla fine si trovò contro il governo degli Stati Uniti che vieta ulteriori ricerche in questa direzione, sebbene promettenti.

77 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti